Fiori autunnali e invernali – la Zinnia

Zinnia - 1
fiore di Zinnia - 1

Zinnia – colori autunnali e voli di farfalle

La Zinnia è una pianta erbacea e fiorita, per gran parte dell’anno, con colori sgargianti, originaria dell’America centrale – in particolare del Messico.

Appartenente alla famiglia delle Asteracee, viene utilizzata per decorare aiuole, giardini e terrazzi, in virtù delle sue qualità ornamentali.

Il suo nome è stato coniato in onore del botanico tedesco Johann Gottfried Zinn. Secondo la tradizione, è un simbolo di intensità spirituale e ha la valenza, un po’ malinconica, dei pensieri dedicati alle persone lontane.

Ha la caratteristica di attrarre gli insetti alla ricerca del polline e, soprattutto, le farfalle, qualità che genera combinazioni estetiche e dinamiche molto suggestive.

Caratteristiche

Le foglie della Zinnia sono ovaliformi e allungate, vestono un bel verde intenso e si dispongono in modo simmetrico ai lati degli steli.

I fiori si mostrano in variazioni multiple di forme e colori; possono essere piccoli o grandi, richiamare le Margherite o generare corolle a doppio strato, sfoggiare tinte unite o ibridate in 2 sfumature.

I toni dei petali, luminosi e intensi, dipingono abiti dal bianco al viola, passando per il giallo, l’arancio, il rosa, il rosso e il lilla.

Scegliendo le giuste varietà e in presenza di climi non troppo rigidi, sarà possibile osservare fioriture abbondanti sia in estate che in autunno.

Collocazione e cure

La Zinnia ama l’esposizione alla luce del sole e sopporta bene il caldo dell’estate, preferendo zone areate, e protette dalle correnti fredde.

Il suo habitat naturale è un impasto di terra fertile, non acida e ben drenata, anche se con note calcaree. Va annaffiata con regolarità, evitando i ristagni idrici e cercando di non cospargere d’acqua fiori e foglie.

Il suo sviluppo può essere coadiuvato dal conferimento, almeno mensile, di un concime liquido per piante fiorite – mixato all’acqua di irrigazione – o di un prodotto granulare, a lento rilascio.

La Zinnia non richiede potature particolari; saranno sufficienti la cimatura delle foglie – per favorire nuovi getti – e la rimozione di foglie secche e fiori avvizziti.

Le immagini della cover e della galleria sono state tratte dalle piattaforme free Pexels e Pixabay.