ARREDARE IL TERRAZZO CON LE PIANTE: IDEE E CONSIGLI

La bella stagione si sta avvicinando e avere un terrazzo, con i primi caldi primaverili, rappresenta senza dubbio una ricchezza. Ma quando si ha uno spazio come questo a disposizione è inevitabile domandarsi come bisogna arredarlo. La risposta, se vogliamo creare qualcosa di originale, non è così ovvia ma, nella pratica, è molto semplice da realizzare. A volte, infatti, il modo migliore per decorare uno spazio aperto non è scegliere i mobili giusti, ma optare per i fiori più belli e profumati. In altre parole, per renderlo accogliente è sufficiente arredare il terrazzo con le piante.

Arredare il terrazzo con le piante…ma con quali?

La scelta delle piante per un terrazzo rappresenta sempre un passaggio molto complicato. Non solo non tutti hanno la stessa propensione per la cura del verde, ma le soluzioni sono così tante che la scelta non è sempre immediata.

Chi non ama dedicarsi alla botanica dovrebbe optare per qualche sempreverde o, in alternativa, per le piante grasse, che non hanno bisogno di tanta acqua e resistono molto bene all’effetto della luce diretta. Il terrazzo, infatti, sarà sicuramente un luogo particolarmente soleggiato e, per questo motivo, è preferibile scegliere piante abituate a vivere in zone calde.

A questo proposito, infatti, anche le specie aromatiche si prestano bene ad arredare il terrazzo con piante. Hanno fiori colorati, profumati e particolarmente resistenti, soprattutto se si pensa a quelle che caratterizzano la macchia mediterranea, come il rosmarino, la salvia, la lavanda, la menta e il basilico.

Quando il terrazzo è piccolo

Quando lo spazio a disposizione non è sufficientemente ampio da creare un grande angolo green, è possibile sfruttare l’altezza e optare per uno scaffale composto da più ripiani su cui posizionare le proprie piante. Si tratterebbe, in pratica, di una piccola parete attrezzata abbellita dalla vivacità dei colori e delle essenze dei fiori.

Anche in questo caso si potrà optare, in base ai propri gusti, per qualche esemplare più profumato, per le piante grasse, che non necessitano molta cura, o per qualche specie aromatica, magari di quelle che si usano anche in cucina.

Medio spazio, medie piante

Quando il terrazzo ha una media grandezza, invece, si può osare un po’ di più e posizionare qualche pianta rampicante che trasformerà la parete in uno splendido arazzo di colore verde. L’edera, ad esempio, è perfetta per questo scopo. Non necessita di cure particolari, è sempreverde, ha delle foglie con eleganti striature chiare e non si estende in larghezza, limitando spazio e visibilità. Accanto al rampicante si possono sistemare dei vasi o delle ampie fioriere dove i colori della primavera si mescoleranno in base ai gusti di chi li sceglie.

Largo alle piante, ho un terrazzo grande

Chi, infine, ha la fortuna di avere un uno spazio molto grande, può arredare il terrazzo con le piante e con qualche elegante salottino da esterno, magari in vimini o in rattan, abbinato a un paio di chaise longue dove lasciarsi andare al puro relax circondati dalla natura.

La componente verde di questi ambienti può esprimersi attraverso qualcosa di più importante, come piccoli alberi di agrumi da far crescere in vasi sufficientemente ampi e fioriere contenenti erbe aromatiche e fiori profumati.

Se si dispone di un gazebo o di una copertura per proteggersi dai raggi del sole, dovranno essere selezionate delle piante che non amano la luce diretta, come la zamia, il filodendro, il ficus e la chamaedorea. Si tratta di esemplari che, pur vivendo bene all’esterno, soffrono se non hanno la loro dose di ombra giornaliera.

Il geranio, un ever green nel green

Chi ama i colori della primavera e proprio non riesce a fare a meno dei fiori può scegliere di arredare il terrazzo con le piante del geranio. I suoi petali, dai colori più disparati, rendono allegro qualsiasi luogo e, con il suo profumo, inebrierà chiunque si vorrà godere la bellezza di quel colorato e piacevole spazio aperto.

A queste caratteristiche si aggiunge anche la capacità dei gerani di tenere a debita distanza gli insetti, in particolare le zanzare, durante il periodo estivo. Non è raro, infatti, trovare in commercio creme e gel anti-puntura ricavati proprio dai suoi profumatissimi fiori.

Fonte testo

 e foto Via