Zantedeschia, le mille sfumature delle calle

calla

Comunemente chiamata calla, la Zantedeschia è una pianta con fiori dai numerosi colori che variano dal classico bianco, al rosa fino al bordeaux o all’arancione arrivando addirittura al nero. Vengono spesso usate nei bouquet da sposa e sono ideali nei mazzi floreali grazie alla lunga durata dei fiori una volta recisi.

Spesso questa pianta diventa la vera star nei giardini e si adatta bene a essere piantata in prossimità dei laghetti. È perfetta quando coltivata in vaso perché se ne apprezzano ancora di più le fantastiche fioriture.

Origine e nomenclatura

La Zantedeschia è un genere della famiglia delle Araceae originaria dell’Africa meridionale. Fu Kurt Sprengel, botanico tedesco, ad assegnare il nome al genere Zantedeschia dedicandolo al botanico italiano Giovanni Zantedeschi.

Pianta

Si tratta di una pianta erbacea sempreverde rizomatosa. Può crescere fino a oltre un metro d’altezza ed è caratterizzata da foglie sagittate lunghe anche 45 cm.

Rizomi di Zantedeschia
Rizomi di Zantedeschia ©F. D. Richards (Flickr CC BY-SA 2.0)

Fiore

I fiori formano una infiorescenza a spadice che è distintiva della famiglia delle Araceae. Generalmente lo spadice è di colore giallo, colorato, invece negli ibridi e cultivar, ed è avvolto da una foglia modificata (brattea) colorata. Fioriscono dalla primavera all’autunno emettendo un dolce e leggero profumo.

Cultivar e ibridi di Zantedeschia aethiopica

Zantedeschia aethiopica dai classici fiori bianchi con spadice giallo è tra le più resistenti.  Questa specie e i suoi ibridi sono anche le piante che raggiungono le dimensioni maggiori. Zantedeschia aethiopica ‘Picasso‘ ha brattee bianche dall’interno viola, mentre la cultivar ‘Green Goddess‘ ha grandi fiori verdi con gola bianca, un must assoluto per flower designer e un magnifico fogliame verde opaco. Zantedeschia aethiopica ‘Childsiana’ è bianca come la specie, ma di grandezza molto più ridotta.

Ibridi di altre specie di Zantedeschia

Incrociando specie come Zantedeschia rehmannii, dai fiori rosa e Zantedeschia elliottiana, che porta spate giallesi sono ottenuti cultivar e ibridi di dimensioni contenute, in una notevole varietà di colori e che sono ottimi per essere coltivati in vaso. Gli ibridi ‘Edge of Night’ e ‘Black star’ hanno fiori di un viola melanzana che ricordano il velluto. Per chi volesse aggiungere al giardino delle sfumature calde, ‘Red Alert’ fiorisce  da maggio ad agosto in  rosso e arancio, mentre la ‘Sunshine’ in gialli vivo‘Black eyed beauty ha le spate gialle con un occhio centrale nero. I fiori di ‘Mango’ sono di un arancio brillante, con zebrature color corallo che sfumano nel verde dove la spata si chiude sullo stelo. Le foglie sono picchiettate di un bianco dal sottotono quasi ceruleo.

Zantedeschia odorata è una rara specie a crescita invernale. Alta fino a un metro, con le foglie verde scuro e i bordi ondulati. Prodotti su lunghi steli eretti, i fiori hanno la forma classica del genere, sono di colore giallo racchiusi da uno spadice giallo e hanno un dolce lieve profumo. È una specie difficile da trovare in commercio, nel caso sarebbe un’ottima scelta per l’aiuola dei fiori da recidere, perchè i suoi durano a lungo.

Coltivazione

Terreno

Il terreno in cui si coltivano le calle deve essere mantenuto umido. I rizomi vanno ben coperti di terra e devono essere piantati distanti tra loro almeno 30 cm. Il posto d’elezione di questa aracea è dove non manchi mai l’acqua durante la bella stagione e soprattutto durante i grandi caldi estivi. Le spalle dei fossi, le rive di laghetti e le zone fangose del giardino faranno la felicità di questa pianta che ama l’acqua, pur senza essere una vera e propria acquatica. È meglio però evitare che il rizoma viva in un suolo impregnato d’acqua durante l’inverno nelle regioni in cui ci sono gelate.

Esposizione

Le calle prosperano in un ambiente illuminato. In caso di un clima estivo particolarmente caldo e umido potranno essere poste in un luogo con ombra luminosa, se invece è più temperato possono sopportare anche la piena luce del sole.

Umidità

Le Zantedeschia necessitano di una discreta umidità per poter fiorire in estate. È importante, tuttavia, non annaffiare troppo la pianta soprattutto nel primo periodo di messa a dimora, salvo il caso di condizioni particolarmente calde e siccitose.

Zantedeschia aethiopica in un laghetto @Leonora Enking (Flickr CC BY-SA 2.0)

Temperatura

Le calle amano un ambiente caldo, con temperature ottimali che vanno dai 15 °C ai 30 °C e quando scendono al di sotto dei 10 °C la pianta entra in fase di dormienza. I rizomi sono in grado di resistere a diversi gradi sottogli 0° C perché rimangano asciutti.

Potature

In generale le calle non richiedono potature particolari, tuttavia è necessario eliminare tutte le parti appassite o danneggiate e asportare i fiori, per evitare che vadano a seme  a scapito delle fioriture.

Concimazioni

Le calle necessitano di una fertilizzazione al momento del trapianto e ciclicamente durante dopo ogni fioritura, così da promuovere una fioritura abbondante l’anno successivo. Possono essere utilizzati concimi bilanciati ed è opportuno evitare miscele ricche di azoto. Un eccesso di concimazioni azotate, infatti, provocherebbero una crescita rapida e rigogliosa della pianta e delle sue foglie.

Rinvasi

Per capire quando è arrivato il momento di rinvasare le calle bisogna svasarle e guardare le loro radici. Se hanno riempito il vaso e sono troppo affastellate, allora è necessario traferire la pianta in un vaso leggermente più grande. I vasi di terracotta non sono indicati, a causa della loro porosità che consente il passaggio di aria ed acqua, il che fa asciugare troppo velocemente il substrato.

Parassiti e malattie

Le calle sono sensibili alle patologie fungine in particolare al marciume radicale e alla botrite, che si manifesta con muffa grigia su petali, fusto e foglie a causa di un’eccessiva umidità dell’aria e di uno scarso ricircolo.

Molto comuni sono anche i parassiti come afidi e acari che possono essere debellati usando oli o saponi insetticidi o anche sapone di Marsiglia.

Propagazione

La Zantedeschia può essere moltiplicata in modo semplice dividendo il suo rizoma. Terminata la stagione di crescita, la pianta può essere tolta dalla terra e posta in un’area ombreggiata e ben ventilata per qualche giorno fino alla sua completa asciugatura. A quel punto è possibile tagliare il rizoma in vari pezzi, avendo cura di lasciare almeno una gemma in ognuno. Le nuove piante si rimettono immediatamente a dimora.

campo di calle
©Carrie Kellenberger (Flickr CC BY 2.0)

Elena Zanni, Elisabetta Pozzetti

Potrebbero interessarti anche

Anthurium rosso (e non solo): come farlo crescere e fiorire

Anemone, il fiore del vento