All’origine delle bollicine: Parco Sorgenti Ferrarelle

L'incredibile fascino del Parco Sorgenti Ferrarelle
L'incredibile fascino del Parco Sorgenti Ferrarelle

Parco Sorgenti Ferrarelle

Impossibile non subirne il fascino: il Parco Sorgenti Ferrarelle è tra le più belle risorse naturalistiche patrocinate dal FAI.

Il celebre Parco sorge a Riardo, nell’alto casertano, e si estende per 145 ettari in un’area estremamente florida, comprendente più di 4000 ulivi.

Un terra felice

Anticamente, infatti, l’area era denominata Campania Felix e Terra di Lavoro, che ne sottolineava il connotato di fertilità. Merito è, soprattutto, dei piccoli corsi d’acqua del Volturno, che ne hanno reso fiorente l’attività agricola.

In passato questi erano dei possedimenti agricoli dei Monaci benedettini dell’Abbazia della Ferrara. Anticamente, queste terre erano dunque meta del soggiorno estivo dei monaci, che diedero il nome Le Ferrarelle a quel luogo di fonti d’acqua d’origine vulcanica.

A testimoniarlo ci pensa la Masseria Mozzi: sorgendo in mezzo ai campi, era luogo di ristoro della masseria benedettina. Ospitava infatti le dimore dei contadini e i depositi per foraggi e raccolti.

Con l’arrivo del FAI, sono stati realizzati interventi di ripristino ambientale che hanno valorizzato maggiormente l’area e la stessa Masseria Mozzi, tornata in vita grazie ad un accurato restauro conservativo.

Un percorso… effervescente!

E adesso è diventato possibile visitare il Parco delle Sorgenti Ferrarelle, dove nasce la celebre acqua effervescente. Il percorso si sviluppa attorno al parco, si focalizza poi sulla definizione delle diverse falde acquifere e sulle linee di imbottigliamento e infine termina con una visita alla Masseria. La vostra sete di sapere sarà dunque soddisfatta!

Ecco la scheda completa del bene FAI.