Giornate FAI d’autunno a Como

Grazie al FAI, il 16 e 17 ottobre sarà possibile visitare molti luoghi anche nella provincia di Como

giornate FAI Como
Villa del Balbianello- Tremezzina (CO)

Per le giornate d’autunno a Como e provincia, il 16 e 17 ottobre il FAI invita tutti gli amanti delle bellezze artistiche e architettoniche ad esplorare piccoli tesori e a scoprire meraviglie sparse sul territorio comasco. Tutto questo grazie ai Giovani e ai Delegati che guideranno i visitatori in luoghi di solito inaccessibili o poco conosciuti.

 S. VINCENZO E S. MARIA DEL TIGLI 
Via Roma, 31, 22015, Gravedona (CO)

giornate FAI
Santa Maria del tiglio, Gravedona
Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30
Durante le Giornate FAI di Autunno, la visita interesserà  il complesso di San Vincenzo, il portico, gli interni riccamente decorati e l’antica cripta. La visita proseguirà nell’adiacente chiesa di Santa Maria del Tiglio, dove si potranno ammirare i resti di affreschi del periodo barocco  e l’antico crocifisso ligneo.

 

S. MARIA DELLA SOLEDAD, Ss. GUSMEO E MATTEO e S. MARIA DELLE GRAZIE
Via Tolomeo Gallio, 4, 22015, Gravedona (CO)
giornate d’autunno FAI
Gloria di Dio Padre e degli Angeli- Chiesa San Gusmeo e San Matteo

Sabato 16, prima visita 10,00, ultima visita 16,30
Si partirà dalla piazzetta in via Tolomeo Gallio, di fronte all’Oratorio della Madonna della Soledad, piccola chiesa privata solitamente chiusa, che contiene opere di eccezionale valore: la statua della Beata Vergine Maria Addolorata e il dipinto raffigurante il Cristo di Burgos, opere che legano questo piccolo edificio alla Spagna e alla Sicilia. Il piccolo Oratorio si potrà ammirare dai portoni, aperti per l’occasione. La visita proseguirà per il nucleo storico, oltrepassando la Via Regina e raggiungendo il grande parco di platani che circonda la chiesa dei Ss. Gusmeo e Matteo e della vicina Santa Maria delle Grazie. In questa chiesa sono ancora in corso lavori di restauro ma sarà già possibile ammirare il vasto ciclo pittorico sottoposto ad un minuzioso e attento lavoro di pulizia. Durante i lavori, che riprenderanno nei prossimi mesi, si è riscoperta un’opera del primo Cinquecento di cui si aveva conoscenza.

 

VILLA EX MAGNI RIZZOLI
Via Alessandro Verza, 23, 22035, Canzo (CO)

FAI giornate d'autunno
Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 17.00
Attualmente in uso per congressi, matrimoni o altre cerimonie private, Villa Ex Magni Rizzoli in occasione delle Giornate FAI d’Autunno 2021 sarà fruibile sia nei suoi spazi interni, sia in quelli esterni: partendo dal maestoso atrio in stile gotico tardomedievale, il percorso interesserà le sale del pianterreno e si snoderà dai locali da ricevimento, finemente arricchiti da motivi vegetali e orientaleggianti e con vetrate decorate, alla storica limonaia con veduta sul parco. Si giungerà poi alla sala da ballo, interamente affrescata da Silvio Bicchi con scene di guerra e vita quotidiana e illuminata dall’alto da un grande oculo di forma ovale. All’esterno si visiterà l’anfiteatro privato costruito interamente in pietra e immerso nel verde tra pioppi e cipressi, fino ad una curiosa torretta con cappella privata.

DALLA CHIESETTA DI S. BARTOLOMEO A VILLA BORSANI SCALABRINO
Via S. Bartolomeo, 8, 22076, Mozzate (CO)
giornate d’autunno FAI
Villa Borsani Scalabrino- Mozzate (CO)
Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 14.00 – Ultima visita ore 17.00
Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30
La chiesetta è solitamente chiusa in quanto proprietà privata ma durante le Giornate FAI di Autunno sarà possibile percorrere un “viaggio” nella storia del Comune di Mozzate, partendo dalla chiesetta di S. Bartolomeo fino alla Villa Borsani-Scalabrino, ancora oggi importante polo dell’attività culturale del paese. Sranno visitabili le sale di rappresentanza del piano terra, il primo piano, adibito a biblioteca comunale, e il parco, ricco di specie pregiate di piante di grande valore ornamentale.
CASTELLO DEL SEPRIO
Via Libertà, 1, 22076 Mozzate (CO)

 

Giornate D’autunno FAI

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 14.00 – Ultima visita ore 17.00 Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 14.00
Nei due pomeriggi di apertura per le Giornate FAI di Autunno, il Castello del Seprio, sede di rappresentanza e operativa della nota fondazione musicale Accademia Concertante d’Archi di Milano, sarà aperto per la visita degli spazi interni del piano terra. Inoltre ospiterà un’esposizione di circa quindici preziosissimi violini dal 1600 ai giorni nostri. Fra questi spiccano per valore il violino Omobono Stradivari del 1730, il violino Nicola Amati “Roi de France” del 1663 e il violino Antonio Stradivari del 1667. Grazie alla gentile disponibilità del Presidente M° Mauro Ivano Benaglia sarà possibile visitare tale mostra ed ascoltare uno dei violini esposti per l’occasione, suonato in un’audizione straordinaria dal giovane talento emergente M° Lorenzo Meraviglia.

ITINERARIO PALAZZO VOLTA, VILLA CAMILLA, SPAZIO “MEDIOEVO”
Piazza A. Volta, 22077, Olgiate Comasco (CO)
Fai giornate d'autunno
Villa Camilla- Olgiate Comasco (CO)

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30 Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.00
Il percorso nelle Giornate FAI d’autunnopartirà da Piazza Alessandro Volta. L’itinerario inizierà dal Palazzo Volta, dove ha soggiornato il famoso scienziato e ora adibito a municipio. Qui si sosterà nel cortile e nella sala consiliare per un’introduzione alla storia del Comune. Si proseguirà verso Villa Camilla, ospitante la biblioteca comunale, visitando le sale affrescate al piano terra e lo spazio “Medioevo”, con visita alle sale del retro-palco, al cortile e alla cappella.

BENI VISITABILI DURANTE LE DUE GIORNATE FAI D’AUTUNNO
-Villa del Balbianello – Via Guido Monzino, 1, 22016 Tremezzo CO
-Torre del Soccorso detta del Barbarossa – SS340 Ossuccio
-Villa Fogazzaro Roi– Via Fogazzaro 14, Valsolda, fraz. Oria
INFORMAZIONI DI PARTECIPAZIONE
www.fondoambiente.it
Chi deciderà di partecipare contribuirà ad aiutare la Fondazione. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €.