Accessori di design – Jelly di Kartell

centrotavola Jelly di Patricia Urquiola per Kartell

Jelly – accessori da tavola piacevoli al tatto e alla vista

Jelly è il nome di una collezione di accessori di design per la tavola, ideati da Patricia Urquiola, nel 2012, per l’italiana Kartell.

Il set annovera vasi, centrotavola e bicchieri, accomunati da una superficie simile alla gelatina da pasticceria – jelly – ma solida come il materiale plastico con cui vengono realizzati (PMMA, polimetilmetacrilato).

Grazie all’avanzata tecnica di produzione, l’effetto al tatto è piacevole e viene valorizzato il segno formale, curato ed elegante, che scaturisce dal concept.

Gli elementi per la tavola sono colorati in massa (stesso colore per tutto lo spessore) o hanno tinte trasparenti.

I centrotavola hanno un diametro di 45 centimetri, un’altezza di 3,5 e sono disponibili nelle varianti cromatiche: blu trasparente, rosa, cristallo, fumé, giallo trasparente e verde.

I vasi, che hanno un diametro di 23,5 centimetri e un’altezza di 25, mostrano finiture metallizzate e brillanti, nelle versioni: oro, rame, argento e titanio.

I bicchieri hanno un diametro di 8,5 centimetri, un’altezza di 15 e vengono realizzati nelle declinazioni: cristallo, azzurro, rosa e verde.

Le composizioni  dei 3 elementi, secondo estro creativo, arricchiscono il desco di colore e gusto per il dettaglio, con un’impronta vintage, dal mood anglosassone.

La designer

Patricia Urquiola, è nata a Oviedo (in Spagna) e si è formata nei Politecnici di Madrid e di Milano (dov’era allieva di Achille Castiglioni). Oggi vive e opera nel capoluogo lombardo.

Dopo alcune collaborazioni di prestigio – Vico Magistretti e Lissoni Associati – ha aperto il suo studio, che opera nei settori dell’architettura e del design.

Ha lavorato per brand importanti, come: Agape, Alessi, B&B Italia, BMW, Bosa, Cassina, De Padova, Driade, Ferragamo, Glas Italia, Kvadrat, Molteni&C, Panasonic, Paola Lenti e, naturalmente, Kartell.

Considerata una firma di prim’ordine dell’interior design, ha sviluppato un approccio quasi “empatico” ai progetti, che, nel tempo, ha portato premi importanti, come: la Medaglia d’oro delle Belle arti spagnola, il Designer of the year di Architektur und Wohnen Magazine e l’EDIDA Elle Deco International Design Awards.

Alcuni dei suoi pezzi sono custoditi nelle sale del MoMA – il Museum of Modern Art di New York.

L’azienda

Kartell è stata fondata, nel 1949, da Giulio Castelli e, attualmente, è una delle aziende più interessanti nel settore dell’arredo made in Italy.

Produce mobili, oggetti per interni, complementi e punti luce, caratterizzati da un segno di design contemporaneo e da uno stile riconoscibile.

Nel creare pezzi originali, di aspetto ludico, utilizza spesso materiali plastici dal colore intenso e dalle trasparenze suggestive.

Negli anni, ha coinvolto designer importanti, come: Ron Arad, Ronan ed Erwan Bouroullec, Rodolfo Dordoni, Piero Lissoni, Alberto Meda, Alessandro Mendini, Nendo, Philippe Starck e, ovviamente, Patricia Urquiola.

Ha ottenuto diversi premi – come il Compasso d’Oro dell’ADI – e, nel 1999, ha inaugurato un museo interno, che ha ricevuto il premio Guggenheim “Impresa & Cultura”.

Le immagini della galleria sono state tratte dal sito internet di Kartell; vi consigliamo di visitarlo per suggestioni e approfondimenti.

Produzione riservata
Pubblicato il: 10/01/2018
Commenti
Abbonati o Regala
Scopri di più