Aspettando la primavera: i lavori in giardino a Marzo

Il giardino a Marzo si prepara alla primavera
Il giardino a Marzo si prepara alla primavera

Il giardino a Marzo? Si prepara alla primavera!

L’arrivo di Marzo decreta una nuova fase per il giardino, che dev’essere predisposto all’arrivo della Primavera. Cosa bisogna dunque fare per renderlo pronto al cambio di stagione?

Primo step: via il cappotto!

L’effetto Burian è passato e con sé ha portato via le temperature più basse della stagione: ciò vuol dire che è giunta l’ora di rimuovere i teli dalle piante. Via la copertura, adesso si può respirare a pieni polmoni.

Secondo step: tagliare via il superfluo

L’autunno prima, l’inverno poi avranno senz’altro prodotto un’ingente quantità di foglie secche e rami caduti: con dovizia occupati di rimuovere tutto ciò che ritieni morto e che non può godere dei primi caldi.

Terzo step: nutri il terreno

La fase successiva prevede la preparazione del terreno: taglia il prato a un’altezza di 4 cm e disponi piccole quantità di concime (meglio se organico) dopo aver fatto una leggera zappatura. In questo modo il terreno comincerà a respirare e a ingerire meglio il tuo concime.

Quarto step: segna la strada per una nuova vita

La parola d’ordine successiva è: potatura. Sorvolando sulle piante primaverili propriamente dette, per le quali dovrai prodigarti in un momento successivo, adesso è tempo di darci un taglio per gli arbusti, le piante da frutto, le siepi e le rose. Solo in questo modo ti assicurerai la nascita di nuovi germogli in vista della primavera.

Ultimo step: semina il futuro

Ed è infine tempo di pensare alla semina. Da metà Marzo in poi è fondamentale seminare il tappeto erboso, meglio se accompagnato da un fertilizzante a lenta cessione. Per far sì che i bulbi della piante radicano alla perfezione, è meglio lavorare a fondo il substrato del terreno prima di piantarle.

E se possiedi un orto, allegria! Anche qui è tempo di seminare: dal basilico alle zucchine, dalle melanzane ai pomodori è tempo di dare fondo a tutti i semi conservati nel periodo invernale.

Pronto a riscoprire l’allegria dei colori in giardino?