Parte il PuntoCon Festival di Prato

PuntoCon Festival – arte contemporanea condivisa

Oggi si inaugura, a Prato, l’edizione 2017 del PuntoCon, il Festival del Contemporaneo Condiviso siglato .CON, quasi a sottintendere un dominio web.

Fortemente voluta dal Comune di Prato, la manifestazione è organizzata dall’Assessorato alla Cultura, col sostegno del MiBACT (Ministero dei beni culturali e del turismo) e della SIAE, nell’ambito dell’iniziativa Sillumina.

PuntoCon è un contest abitato da diverse espressioni d’arte contemporanea, che dipanano un fil rouge di esibizioni, performance, installazioni, workshop, attività enogastronomiche e conviviali.

Giunto alla 2^edizione, il Festival nasce dal desiderio di promuovere le ricchezze culturali del territorio, in una dinamica identitaria, aperta al turismo, tramite condivisione di contenuti originali.

Fino al 12 novembre, il Festival darà visibilità alle sue proposte, appoggiandosi a un network di 10 enti no-profit, che veicoleranno creatività negli spazi pubblici.

Citando Simone Mangiani – Assessore alla Cultura:

PuntoCon è l’evidenza di un tessuto diffuso che sta emergendo in città attorno alle professioni creative

… l’obiettivo è rendere stabile l’appuntamento, anche con nuovi ingressi nella rete

Spazi e soggetti coinvolti

Il Festival si sviluppa lungo la trama dei “luoghi sensibili” del novero urbano, partendo dal patrimonio storico del centro, per allargarsi alla periferia e ai siti circostanti, protagonisti dello sviluppo industriale.

La manifestazione vedrà il coinvolgimento attivo di associazioni culturali (Artforms , [chi-na], CUT – Circuito Urbano Temporaneo, Sedici, Studio Corte 17), spazi no-profit (Dryphoto Arte Contemporanea, spazioK dell’associazione Kinkaleri), gallerie d’arte e associazioni artistiche (Lato – MOO, LottozeroStudioMDT).

Eventi e iniziative

Tutti gli appuntamenti del calendario PuntoCon – una lista troppo ricca da riassumere – scorreranno, progressivamente, sulla pagina Facebook di Contemporaneo Condiviso, che vi consigliamo di seguire.

In questo articolo, ci fa piacere anticipare un’iniziativa – collegata a una delle due immagini annesse – in nome dei tanti eventi programmati: in Botanica 2017 (27-31 ottobre), la sede di [chi-na] diverrà un “giardino d’inverno” e una suggestiva miscellanea di botanica e visioni artistiche.