Piante con foglie variegate: 15 idee per l’appartamento

stromanthe sanguinea 'Triostar'
Stromanthe sanguinea 'Triostar' ©Javier Alejandro (Flickr CC BY-NC-ND 2.0)

Cresce l’interesse per le piante dalle foglie variegate, coloratissime anche senza fiori. Disegni intricati, macchie che sembrano cieli stellati, sono capaci di dare un tocco d’eleganza alla stanza più anonima.

Philodendron ‘Birkin’

philodendron Birkin variegato
Foglie di Philodendron ‘Birkin’

Una pianta d’appartamento con foglie variegate dall’aspetto unico, che appartiene alla famiglia Araceae. Le attraenti foglie arrotondate hanno la superficie tratteggiata con linee color crema. Questo disegno intricato le da un aspetto molto attraente, come fosse un tessuto gessato. Date le sue origini tropicali, prospera in posizioni calde e molto luminose, con luce però indiretta. Ama una certa umidità intorno a se, ma non ci sarà bisogno di trasfomare la casa in una serra. Sarà sufficiente appoggiare il contenitore su un sottovaso dai bordi alti qualche centimetro, già riempito di ghiaino e acqua. La temperatura non dovrebbe mai scendere sotto i  13°C. Il Philodendron ‘Birkin’ ama substrati umidi, ma bisogna evitare di lasciare le radici ammollo nell’acqua, perché la pianta potrebbe appassire e morire.

Ficus elastica ‘Tineke’

Ficus ealstica Tineke
Foglie variegate di Ficus elastica ‘Tineke’ -photo credit @Forest & Kim Starr

Questa pianta da interno con foglie variegate è una varietà del popolarissimo e oggi poco amato Ficus elastica.  ‘Tineke’ ha spesse foglie cuoiose proprio come la specie, ma non ne condivide la tinta unita verde scuro. Le foglie sono invece elegantemente variegate e sfoggiano nuances rosate, verdi e bianche che le rendono una vera gioia per gli occhi. Se c’è un angolo di casa che ha bisogno di essere valorizzato, questa pianta spettacolare potrà immediatamente cambiarne la scenografia. Poiché Ficus elastica è originario delle foreste tropicali, richiede dosi generose di luce e un ambiente caldo e umido. Può passare all’esterno la bella stagione, ma quando le temperature scendono sotto i 15°C va portato all’interno. Al chiuso, andrà tenuto lontano da correnti d’aria, dai condizionatori e dai termosifoni. Non sono piante molto esigenti e possono crescere bene anche con pochissime cure.

Stromanthe thalia ‘Triostar’

stromanthe sanguinea 'Triostar'
stromanthe sanguinea ‘Triostar’ ©Javier Alejandro (Flickr CC BY-NC-ND 2.0)

‘Triostar’ è la pianta perfetta per aggiungere ad ogni stanza un po’ di vibrazioni esotiche e tropicali. Le foglie variegate, allungate e appuntite esibiscono attraenti striature pastello in verde tenero, crema e toni di rosa. La pagina inferiore della foglia è ancora più straordinaria con i suoi colori brillanti. Se questo non fosse abbastanza per convincere all’acquisto, questo splendore potrà stupire con un’altra caratteristica. Appartiene infatti al gruppo di piante che di notte richiudono pudicamente le foglie, mostrandone così il retro, tinto di rosa magenta o sfumato di marrone vellutato. Con le giuste attenzioni, Ficus elastica ‘Triostar’  può raggiungere i 150 cm di altezza e i 90 in larghezza. Così come le altre tropicali, la renderanno felice tanta luce filtrata, temperature superiori ai 15 gradi la giusta umidità.

Hoya carnosa ‘Albomarginata’

Hoya carnosa ‘Albomarginata’
Hoya carnosa ‘Albomarginata’ ©ekoaloe.cz via Instagram

Impossibile non innamorarsene. Hoya carnosa ‘Albomarginata’ ha tutte le qualità per piacere: le foglie carnose sono satinate da una patina di cera e colorate di rosa pastello e bianco. I mazzetti di fiori rosa pallido, si aprono in una forma perfetta. Questa pianta meravigliosa è il sogno proibito di molti amatori, grazie alla forma deliziosa e la sua natura accomodante. Considerando che è una pianta semi succulenta, ci si potrà dimenticare di annaffiarla, di tanto in tanto. Al contrario, sarà opportuno non esagerare con le bagnature. Se verrà tenuta in un ambiente pieno di luce, potrà crescere e fiorire. Si accontenterà di leggere concimazioni mensili tra aprile e ottobre. È considerata una pianta sicura per gli animali domestici, ma bisognerà fare attenzione che non ne mangino le foglie come abitudine.

Tradescantia zebrina

Tradescantia zebrina
Tradescantia zebrina ©Andreas Kay (Flickr CC BY-NC-SA 2.0)

Tradescantia Zebrina, conosciuta ingiustamente come erba miseria, è una pianta dalla crescita rapidisiisma. È una perenne dalle foglie con un pattern molto colorato, nativa del sud del Messico e del Guatemala. La pagina superiore delle foglie è a righe longitudinali porpora e verdi, mentre il rovescio è di un brillante magenta. Guardandole da vicino, si può notare una finissima peluria lungo i bordi. Proprio come gli Epipremnum (i vecchi Pothos), sono piante immortali, capaci di sopravvivere alle condizioni più inospitali, mostrando una straordinaria resilienza. Non sono capricciose riguardo alla collocazione e possono sopravvivere con pochissime irrigazioni. Proprio per la sua adattabilità, è una pianta adattissima ai principianti.

Philodendron ‘Florida Ghost’

Philodendron ‘Florida Ghost’
Philodendron ‘Florida Ghost’ ©plantwillsee via Instagram

Deve il suo nome ‘Florida Ghost’ al bianco assoluto delle foglie nuove. Man mano che queste maturano, virano verso un attraente verde lime per diventare poi verde scuro una volta mature. A causa di questa metamorfosi, la pianta ha assume un aspetto molto attraente, perché porta nello stesso momento foglie variegate di diverse età e diversi colori.

Per prendersi cura al meglio di questa pianta con foglie variegate , sarà opportuno ricreare condizioni simili al suo ambiente naturale. Viene dalle foreste pluviali, perciò avrà bidogno di tanta umidità,  tanta luce filtrata e un substrato ricco e leggero, meglio se fibroso. Dato che è un rampicante, servirà anche un sostegno. Per i più pigri, andrà bene il classico bastone ricoperto di sfagno. Chi si sente creativo, potrà accompagnare i lunghi rami lianosi lungo sostegni più complessi.

Monstera deliciosa ‘Albovariegata’

Monstera deliciosa ‘Albovariegata’
Monstera deliciosa ‘Albo Variegata’ ©greenssum via Instagram

Di moda negli anni ’70 del secolo scorso, la Monstera deliciosa è da ora tornata ad essere una pianta iconica. Questa varietà ha tutti i pregi della specie, con le sue foglie traforate. In più, le foglie colorate e striate di crema luminoso le danno un tocco di straordinaria eleganza. E infatti, oggi si può trovare fotografata in molte riviste di interior design e nei post più trendy dei social. La sua coltivazione non è molto diversa da quella della specie. Ha bisogno di un ambiente piuttosato caldo, umidità elevata, luce soffusa e un terreno leggero che non trattenga troppo l’acqua creando ristagni.

Un consiglio: dato che le parti bianche delle foglie non sono in grado di assorbirla, la pianta ha bisogno di moltissima luce, purché indiretta. In questo modo potrà crescere felice. Il posto ideale è una vetrata schermata da tende. L’unico neo è che è una pianta non facile da trovare e attualmente è piuttosto costosa. Perciò ci si può aspettare di pagare un prezzo piuttosto salato anche per una sola talea radicata.

Epipremnum aureum

Epipremnum aureum
Epipremnum aureum

La pianta da interno  con foglie variegate più famosa di tutte. Epipremnum aureum (già conosciuto come Photos) sarà la speranza di chi, pur impazzendo per il fascino delle variegature, non si sente pronto per acquisti costosi. Capace di distendersi per metri e metri, nelle condizioni di crescita più miserabili, può sopravvivere praticamente in ogni angolo della casa. Anzi, pare quasi felice di essere abbandonata a se stessa. Le sue gradevoli foglie a forma di cuore, in questa varietà hanno deliziose variegature color crema e giallo pallido, casuali e senza un pattern preciso. È la pianta più adatta agli uffici, perché le brillanti luci fluorescenti sono l’ideale per farla prosperare. Ma cresce bene anche in angoli piuttosto bui, anche se questo potrebbe farle perdere buona parte delle foglie variegate, facendole crescere verdi.

Peperomia obtusifolia ‘Variegata’

Peperomia obtusifolia 'Variegata'
Le foglie variegate di Peperomia obtusifolia ‘Variegata’ ©gardeningandhouseplants via Instagram

Peperomia Obtusifolia ‘ variegata’ è la forma a foglie variegate della più diffusa specie con le foglie verdi. Sono piante native delle foreste pluviali del Sud America. Le sue foglie lucide e carnosette  hanno una bordura di bianco crema, un centro di diversi toni di verde e spesso i margini tendono al rosa. È una pianta con un notevole carisma, compatta e cespugliosa. Come tutte le altre peperomia, ha esigenze piuttosto semplici da soddisfare. Serviranno umidità e luce, e bisognerà annaffiare solo quando il terreno in superficie è ben asciutto. Questo perché le sue  foglie hanno la capacità di mantenere una riserva d’acqua.

Calathea orbifolia

Calathea orbifolia
Calathea orbifolia via freepik.com

Nativa della Bolivia, è una delle più grandi specie di Calathea. Con le sue enormi foglie arrotondate, striate di di verde scuro e di argento, questo gioiello di pianta d’appartamento potrà donare un tocco da interior designer ad ogni ambiente. Deve molta della sua eleganza alla sue larghe foglie, che cresceranno ancora più grandi quando la pianta raggiungerà la maturità. Parte del suo fascino sta anche nel lento svolgersi delle nuove foglie, che spuntano strettamente arrotolate. Le Calathea non sono tra le piante più facili da coltivare e può essere complesso occuparsene. Ma con le giuste condizioni, possono prosperare anche in appartamento. Saranno felici di avere tanta umidità e una luce soffusa, dato che in natura vivono sotto la folta chioma degli alberi. La temperatura non dovra scendere sotto i 18°C. Se si amano le sfide, questa stupafacente pianta darà grandi soddisfazioni.

Scindapsus pictus

Scindapsus pictus
Scindapsus pictus

Scindapsus pictus è strettamente correlato a Epipremnum aureum e questa sua parentela lo rende altrettanto tollerante. Ha le stesse lucide foglie cordiformi, ma le pennellate argentate lo distinguono in modo sensazionale. Tenuta in interno, Scindapsus preferisce ricadere invece che arrampicarsi. Starà perciò benissimo in vasi pensili, dai quali i suoi lunghi tralci potranno scendere morbidi. Amante dell’umidità, è un’ottima pianta da terrrario. Se tenuta in vaso, apprezzerà un po’ di pausa tra un’annaffiatura e l’altra, lasciando asciugare il terreno per qualche centimetro. In un ambiente molto luminoso, darà il meglio delle foglie variegate, ma tollera anche luoghi un po’ bui.

Altre piante con foglie variegate

Dracaena fragrans ‘Lemon Lime’

Dracaena fragrans 'Lemon Lime'
Dracaena fragrans ‘Lemon Lime’

Un altro must have degli anni ’70, la Dracaena era nota come tronchetto della felicità, con tutto il suo carico di leggende. Dracaena fragrans ‘Lemon lime’ ha le stesse foglie lunghe e arcuate della forma verde, che si distinguono però per le lunghe pennellate bianche, giallo limone e verde scuro. Le sfoglie spuntano graziosamente dallo stelo centrale, il che dà alla pianta un certo look accattivanteDracaena Fragrans ‘Lemon Lime’ è una pianta davvero facile da coltivare, abbisogna di poche cure e si accontenta di un po’ d’acqua e di luce indiretta. Preferisce temperature calde, ma per qualche tempo tollera anche soli 10°C.

Chlorophytum comosum

Chlorophytum comosum
Chlorophytum comosum

Chlorophytum comosum è una delle piante d’appartamento più famose al mondo. Insieme all’ Aspidistra elatior e alla Nephrolepis era una delle piante più amate dalle nonne e non mancava mai in vasi appesi e balconette. È una pianta molto decorativa, con le sue lunghe foglie variegate nastriformi, striate di verde tenero e bianco. In estate fiorisce con piccole corolle bianche, che contribuiscono alla bellezza della pianta.

Goeppertia zebrina

Calathea zebrina
Calathea zebrina ©Ali Eminov (Flickr CC BY-NC 2.0)Aglaonema ‘Silver Queen’

Il genere Goeppertia è dedicato al botanico tedesco Goeppert e comprende alcune specie prima denominate Calathea. Zebrina ha tutti i pregi e il carattere difficile delle sue sorelle, ma si fa perdonare con le sue foglie variegate con zebrature di verde tenero. È una delle specie ornamentali più apprezzate proprio per le sue foglie vellutate. Originaria delle foreste del Brasile, amerà un ambiente molto umido, non troppo luminoso. Nel vaso, con un terriccio fibroso che non trattenga l’acqua, si potranno aggiungere un po’ di sabbia silicea e carbone vegetale. Bisognerà aver cura che la temperatura non scenda sotto i 16 gradi. Di natura difficile, ripagherà le cure costanti con tutto il suo fulgore tropicale.

Aglaonema ‘Silver Queen’ foglie variegate
Aglaonema nitidum ‘Silver Queen’, dalle foglie graziose variegate

Una pianta davvero regale, cosi come dice il suo nome. Le foglie variegate lanceolate, rette da lunghi eleganti steli, danno alla pianta una forma morbida che la rende perfetta per tutte le stanze della casa o anche per ambienti di lavoro. Per coltivarla al meglio, andrà collocata in un posto molto luminoso, evitando però il sole diretto, che potrebbe bruciarne le foglie. Anche se la pianta ama molto l’acqua, le annaffiature andranno ben dosate, per evitare marciumi alle radici. Non richiede una specifica umidità ambientale e non ama le correnti d’aria fredda. In sostanza, la moderazione è la chiave per riuscire con Aglaomena è la moderazione.

Elena Zanni