Fioriture. Bouganville, il fiore dell’estate

Bouganville

Le Bouganville (Bouganvillea o Buganvillea) sono arbusti sempreverdi, a volte spinosi, con foglie di forma ovale e un tipo di inflorescenza che si sviluppa a pannocchia, mentre le sue brattee hanno un colore che varia dal rosso al viola. Esistono 18 specie diverse di buganvillea, tra gli esemplari che ricordiamo: Bougainvillae glabra, Bougainvillea aurantiaca, Bougainvillea spectabilis , Bougainvillea splendens, Bougainvillea  valverde.

Bouganville, il fiore del benvenuto

Queste piante possono raggiungere altezze importanti fino a 10 metri. Nel linguaggio segreto dei fiori  la Bouganville ha il significato di passione e benvenuto; la si trova infatti spesso ad ornamento di ingressi di giardini e case. Possono infatti arrampicarsi agilmente creando cascate di fiori dall’aspetto romantico: riescono a formare siepi e si usano come ornamento di portoni in ferro battuto oppure si possono coltivare in un semplice vaso.

La Bouganville è una pianta originaria del Sudamerica, appartenente alla famiglia delle Nyctaginaceae, la cui storia ebbe inizio nel 1768 con l’esploratore francese Louis Antoine de Bougainvillea che scoprì la pianta durante una delle sue spedizioni in Brasile.

Temperatura e annaffiatura  

Pianta tipica del periodo estivo, la Bouganville è bella e colorata; mal sopporta il freddo e predilige climi miti, mediterranei; vuole tanto sole e tanta luce. La velocità di crescita dipende dalle condizioni climatiche: nelle zone più calde lo sviluppo è più rapido e la fioricultura più rigogliosa.

In Italia queste piante crescono bene nel meridione, se ne vedono bellissimi esemplari in Sicilia,  Isole Eolie e Sardegna; queste piante tollerano temperature superiori ai 38 °C.

La Bouganville si adatta anche a condizioni di siccità, anche se le annaffiature periodiche sono necessarie per evitare stress alla pianta. E’ necessario evitare accumuli d’acqua che la pianta non tollera e possono portare alla marcitura della stessa.

Concimazione e potatura della Bouganville

La concimazione può avvenire ogni due o tre settimane utilizzando un concime organico appositamente formulato per piante fiorite con apporti di: azoto, potassio, fosforo, magnesio, ferro, calcio, zinco, rame. Soluzione rapida è il concime liquido. Verso il mese di febbraio è opportuno potare le Bouganville allo scopo di rimuovere i rami secchi per sfoltire la chioma e ridare vigore alla pianta .

Parassiti

Le Bouganville sono piante solitamente resistenti, tuttavia possono subire l’attacco di parassiti, come gli afidi che succhiano la linfa facendo morire la pianta. In questi casi bisogna usare gli insetticidi. A volte possono subire anche l’attacco di lumache, in questo caso utili sono i lumachicidi.

Testo di Valentina Suffia