Egitto: in mostra a Jesolo gli dei, i faraoni e gli uomini

Egitto: in mostra a Jesolo gli dei, i faraoni e gli uomini
Egitto: in mostra a Jesolo gli dei, i faraoni e gli uomini

Egitto: il protagonista a Jesolo

Nella splendida cornice veneziana di Jesolo prende vita Egitto. Dei, faraoni, uomini, una mostra ospitata allo Spazio Aquileia 123 fino al 15 Settembre.

Promossa da Culture Active e da Venice Exhibition, la mostra è a cura di Emanuele Ciampini e Alessandro Roccati che hanno dato un taglio spettacolare al racconto.

Un’esperienza a 360°

I celebri egittologi hanno infatti strutturato l’esposizione su 1500 mq attraverso il recupero di reperti di prestigio provenienti da collezioni private e pubbliche da tutto il mondo. Tra gli altri hanno offerto i propri materiali, infatti, il Museo del Cairo, il Civico Museo di Storia e Arte di Trieste e il Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Com’era la terra bagnata dal Nilo ai tempi della grande civiltà egizia? La mostra si propone di accompagnare il visitatore in un viaggio in undici tappe alla scoperta del mito che si cela dietro questo grande popolo.

L’approfondimento sulle dinastie faraoniche e sui riti funebri, sulle divinità egizie e sull’antica scrittura è effettuato direttamente sui reperti originali, ma non solo: ad ogni sala è infatti associata una postazione multimediale interattiva. Animazioni video, e schermi touch permettono un’immersione totale nel mondo dei faraoni.

Questi non puoi proprio perderteli

Tra i reperti imperdibili due camere sepolcrali egizie perfettamente ricostruite in scala 1:1. Si tratta della tomba dell’artigiano Pashed, e della tomba del leggendario Tutankhamon, quel faraone fanciullo che fu dodicesimo re della XVIII dinastia egizia.

Inoltre, è presente la celebre Mummia di Asti, ancora avvolta nel mistero dopo la TAC che le è stata effettuata. Grazie al supporto della polizia criminale è ora inoltre possibile studiarne la ricostruzione del volto, presentato in anteprima proprio in questa mostra.

Sei hai sete di conoscenza non puoi davvero lasciartela sfuggire.

A volte maelström, a volte quieta sognatrice. Lettrice da una vita, lavoro nel mondo della musica ma sogno quello dell’editoria. Ognuno coi suoi tarli.