Forza attrattiva, capacità di coinvolgimento ed emozioni percepite. È questo il risultato della 57° edizione del Salone del Mobile.Milano conclusosi domenica 22 Aprile. L’affluenza? 434.509 presenze, in 6 giorni, provenienti da oltre 188 paesi, con un incremento del 17% rispetto all’edizione 2016, che proponeva le medesime biennali dedicate alla cucina e al bagno, e del 26% rispetto a quella 2017.

Un’edizione che ha dimostrato, ancora una volta, quanto il Salone del Mobile non sia solo un’attività espositiva, ma sia, soprattutto, la rappresentazione di come la cultura di impresa e la capacità di lavorare in squadra di un settore e del suo tessuto creativo e produttivo possano produrre eccellenza.

Le parole di Claudio Luti, presidente del Salone del Mobile

“Siamo molto orgogliosi del successo della manifestazione e della qualità degli operatori venuti a questa edizione che ci hanno confermato che il Salone del Mobile è il punto di riferimento di tutto il mondo. Un momento unico, in cui impresa e cultura diventano modello virtuoso di un’Italia che funziona, dove sistema industriale e istituzioni procedono a passo sincrono in nome di un fine comune”, commenta il presidente del Salone del Mobile Claudio Luti. “In questi giorni abbiamo visto in scena il meglio in termini di creatività, prodotto, capacità di innovare e di raccontare – attraverso allestimenti che hanno la potenza evocativa e la magia delle migliori scenografie teatrali. Siamo dunque già pronti a pensare alla prossima edizione con sempre maggiore impegno per mantenere questa riconosciuta leadership di identità e valori e rispondere alle esigenze delle imprese e del mercato”.

434.509 presenze in 6 giorni

1.841 sono stati gli espositori, di cui il 27% da 33 paesi, suddivisi tra Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroCucina e Salone Internazionale del Bagno, a cui si sommano i 650 designer under 35 del SaloneSatellite – tre dei quali sono stati insigniti del SaloneSatellite Award. Un’edizione che premia gli sforzi delle imprese per promuovere il meglio del design italiano.

Successo anche per il progetto “Living Nature. La natura dell’abitare”, sviluppato insieme allo studio internazionale di design e innovazione Carlo Ratti Associati (CRA), in scena fino al 25 aprile, in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale come ideale proseguimento del Salone in città: un laboratorio unico nel suo genere, che combina design, ingegneria e botanica e che ha registrato una media di oltre 2.000 visitatori al giorno. A conclusione della mostra-installazione, il Salone del Mobile.Milano donerà alla Città di Milano tutto il verde delle quattro stagioni: ventitré specie di alberi ad alto fusto – dalla betulla dell’Himalaya al melo da fiore giapponese all’ontano nero e alla parrozia – fino alle composizioni da orto con piante e flora tipiche.

Appuntamento al 9/14 Aprile 2019

Ora l’appuntamento è con il Salone di Mosca, dal 10 al 13 Ottobre, quello di Shanghai, dal 22 al 24 Novembre. Dal 9 al 14 Aprile invece, la 58esima edizione del Salone del Mobile.Milano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here