Salvaguardia dell’ambiente, la campagna contro i mozziconi

Presentati al Senato i risultati della campagna di salvaguardia dell'ambiente di Marevivo realizzata in collaborazione con British American Tobacco contro l’abbandono dei mozziconi

Ogni anno nel mondo, 4,5 trilioni di mozziconi finiscono abbandonati nell’ambiente . Questo a causa di un piccolo gesto, fatto con disattenzione, ma solo apparentemente marginale. Perchè rappresenta un grande problema per la salvaguardia dell’ambiente. I mozziconi, che sono il rifiuto più presente sulle spiagge di tutto il mondo infatti, rilasciano innumerevoli sostanze inquinanti che danneggiano in maniera grave l’ecosistema naturale.

La campagna di Marevivo
in collaborazione con BAT Italia 

“Piccoli gesti, grandi crimini”, è la campagna nazionale di sensibilizzazione promossa da Marevivo in collaborazione con British American Tobacco (BAT) Italia contro l’abbandono di mozziconi. La meritevole iniziativa è partita lo scorso 23 luglio a Sorrento, località che è stata scelta come Comune “pilota”. Si tratta solo della prima tappa di un progetto che nel prossimo futuro sarà esteso anche ad altre città italiane e che ha già raggiunto ottimi risultati. Prima dell’inizio di questa importante campagna di salvaguardia dell’ambiente, infatti, i mozziconi dispersi nell’ambiente, messi uno sopra l’altro raggiungevano un’altezza di 10.415 metri, superiore a quella dell’Everest. Dopo poche settimane dall’avvio della campagna gli effetti sono già stati tangibili. Tant’è che i mozziconi abbandonati sono diminuiti del 69 per cento raggiungendo i 3.094 metri.

La presentazione in Senato

Questi dati sono stati presentati il 17 novembre durante un evento trasmesso in diretta streaming dalla Sala Caduti di Nassirya di Palazzo Madama presso il Senato della Repubblica. All’evento hanno preso parte, tra gli altri, Lucio Malan Senatore presso la Commissione Affari Esteri, Laura D’Aprile Direttore Generale per l’Economica Circolare presso il Ministero dell’Ambiente, Maria Alessandra Gallone Senatrice della Commissione Ambiente, Raffaella Giugni Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo e Roberta Palazzetti Presidente e AD di British American Tobacco Italia e Area Director Sud Europa. L’evento ha visto inoltre la partecipazione del Ministro per l’Ambiente Sergio Costa.

Piccole disattenzioni, grandi crimini contro la salvaguardia dell’ambiente

La campagna “Piccoli gesti, grandi crimini” è partita dalla ricerca qualitativa condotta da AICA con l’Università Federico II di Napoli, da cui sono emerse le tre motivazioni principali per le quali i fumatori ripetono comportamenti errati. Non hanno infatti la consapevolezza del danno che causano all’ambiente gettando mozziconi a terra. Ma ulteriori problemi sono rappresentati dal fatto che spesso non sono presenti abbastanza contenitori per mozziconi sul territorio. Senza dimenticare che le sanzioni previste per chi getta i mozziconi in terra non vengono applicate. “Se non smaltiti correttamente i mozziconi di sigaretta rappresentano un danno enorme per l’ambiente” ha dichiarato Raffaella Giugni, Responsabile Relazioni Istituzionali di Marevivo. “Sono infatti i rifiuti più frequenti sulle spiagge, rilasciano sostanze nocive nel mare, il loro filtro non è biodegradabile, si sminuzza in microplastiche e rimane in mare per sempre” “I risultati di questa prima tappa sono incoraggianti. Nell’area di Sorrento durante la campagna abbiamo ottenuto una riduzione complessiva dei mozziconi nell’ambiente pari al 69%. Se tutti i comuni italiani aderissero al nostro appello, e se le persone si impegnassero a smaltire correttamente questo rifiuto, risparmieremmo all’ambiente non solo marino un ulteriore aggravamento delle sue condizioni.