OPUNTIA MICRODASYS: curiosità e consigli

L’Opuntia Microdasys, pianta perenne originaria dell’altopiano centrale Messicano, appartiene alla numerosa famiglia delle cactacee che vanta oltre 300 specie. Le Cactacee sono chiamate comunemente cactus o piante succulente ovvero piante xerofite adattate agli ambienti aridi grazie all’accumulo di acqua all’interno dei tessuti succulenti. 

Sommario dell’articolo 

opuntia microdasys – Stan Shebs, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Opuntia Microdasys caratteristiche

L’Opuntia Microdasys in natura forma dei cespugli compatti alti fino ad ottanta centimetri con un diametro di circa un metro. L’Opuntia pianta resistente per ufficio, presenta un fusto ramificato formato da pale ovali che prendono il nome di cladodi, che possono arrivare fino ad una lunghezza di quindici centimetri. I cladodi non sono altro che rami appiattiti, attraverso i quali la pianta effettua la fotosintesi clorofilliana al posto delle foglie. I cladodi fungono anche da serbatoi per la pianta, al loro interno infatti vengono immagazzinate grandi quantità di acqua per i periodi di forte siccità. Ogni cladodo è costellato da numerose areole, costituite da ciuffi di piccolissime spine di colore giallo o bianco in base alle specie, chiamate glochidi.

Le spine dell’Opuntia Microdasys sono sottilissime, molto irritanti per la pelle ed estremamente difficili da rimuovere completamente e per questo la pianta va maneggiata con prudenza, meglio se con appositi guanti protettivi. 

Le foglie sono piccoli peduncoli conici di circa uno o due millimetri che cadono non appena la pala si ingrandisce.

La fioritura dell’Opuntia Microdasys avviene nel periodo estivo dalle piante ormai adulte. I fiori sono gialli diurni ed a forma di coppa. La pianta produce inoltre deliziosi frutti commestibili che contengono molti semi.

coltivazione in vaso

Coltivazione e cura 

La coltivazione dell’Opuntia Microdasys è molto semplice e non richiede grani cure, tanto che in alcune Regioni dal clima Mediterraneo come Sicilia e Sardegna, cresce spontaneamente. E’ perfetta per adornare giardini rocciosi, ma può essere coltivata anche in vaso.

Il terreno ideale per la coltivazione dell’Opuntia è ricco di minerali, composto da terra, sabbia e sassi.

Prima di coltivare questo cactus è necessario tenere presente che necessita di molta luminosità e che teme il freddo umido e le gelate notturne. E’ consigliabile quindi coltivarla in giardino solo nelle zone costiere dal clima mite. Altrove dovrebbe essere fatta svernare al chiuso e successivamente spostata con l’arrivo della primavera all’aperto.

Sia che l’Opuntia Microdasys venga coltivata in vaso, sia per la messa a dimora, sarà necessario trovare la posizione ideale. E’ preferibile la piena esposizione al sole nei mesi meno caldi, mentre per i mesi estivi l’ideale sarebbe l’esposizione diretta solo durante la mattina e la mezz’ombra durante le ore più calde.

Non necessita di molta acqua ed è opportuno fare attenzione ai ristagni. Il terreno dovrà essere sempre ben drenato, soprattutto se coltivata in vaso, altrimenti tenderà a marcire.

Il cactus dovrà essere annaffiato da marzo a ottobre, lasciando asciugare bene il terriccio tra un’annaffiatura e l’altra. In inverno l’Opuntia Microdasys non richiede acqua.
Ogni due anni è consigliabile rinvasare la pianta, sostituendo il terriccio esaurito.

fiore cactus

Propagazione per talea

La propagazione dell’Opuntia può avvenire per seme o per talea.

Il metodo più semplice e veloce è sicuramente la propagazione dell’Opuntia Microdasys per talea. Per avere maggiori possibilità che la talea attecchisca è consigliato procedere in autunno o prima della ripresa vegetativa. 

Durante questa operazione sarà necessario fare molta attenzione alle spine.
E’ preferibile scegliere pale senza biforcazioni, che dovranno essere tagliate dritte e non in modo obliquo ed interrarle ad una profondità di circa due centimetri verticalmente. Il terreno dove è stata piantata l’Opuntia Microdasys avrà bisogno di acqua per mantenerlo ben umido, per almeno sei mesi. Il terreno adatto per la propagazione per talea della Opuntia Microdasys è una miscela di terra e torba.
Durante questa operazione sarà necessario fare molta attenzione alle spine.

Varietà dell’Opuntia Microdasys

Le cure delle varietà di Opuntia Microdasys differiscono poco tra loro, le differenze principali sono nel colore e nella forma dei loro glochidi. Tutte le specie necessitano per la coltivazione di un terreno roccioso e ben drenato e di poca acqua.

fico d’india

Opuntia Ficus Indica 

Indubbiamente la più conosciuta tra le varietà di Opuntia è l’Opuntia Ficus Indica, o fico d’India. Si tratta di una pianta succulenta che può raggiungere anche i cinque metri d’altezza. Naturalizzata nel bacino del Mediterraneo, è molto diffusa in Puglia, Sardegna, Sicilia e Calabria. I suoi fiori sono a ovario inferiore e uniloculare ed il frutto commestibile è una bacca con numerosi semi al suo interno che può arrivare fino ai 400 grammi di peso.

Opuntia Microdasys Rufida

Molto diffusa in Texas e Messico, è principalmente riconosciuta dai glochidi bruno rossastri, da cui deriva anche il suo nome. La combinazione dei termini greci che compongono il suo nome significa letteralmente piccolo, rosso e peloso.

L’opuntia microdasys rufida è una succulenta molto ramificata con fusto corto che forma cesti eretti che possono raggiungere un’altezza di 250 centimetri.
Questo cactus è conosciuto anche con il nome di “Blind Prickly Pear” a causa dei suoi glochidi possono facilmente danneggiare gli occhi degli animali.

opuntia

Opuntia Microdasys Albata o Albispina

La varietà dell’Albispina è conosciuta anche con il nome di orecchie di coniglio per la forma dei suoi cladodi. Ha i glochidi bianchi che rendono la pala come se fosse ricoperta da uno strato di neve e proprio per questo motivo viene comunemente chiamata anche cactus a pois. Il bianco delle spine smorza il colore delle pale, che appaiono di un verde poco intenso.

Opuntis Microdasys Pallida

Questa varietà prende il suo nome dal colore dei glochidi che si presentano giallo chiaro dorato, rendendola molto particolare. Questa Opuntia ha una crescita molto veloce con ramificazioni ampie.

Opuntia Microdasys Ondulata

Prende il nome dalla forma irregolare, spesso arricciata e stropicciata che la caratterizza. Il fusto legnoso è caratterizzato da una articoli di forma irregolare di un verde chiaro. L’epidermide è ricoperta da areole rotonde senza spine, ma con glochidi dal colore giallo oro. L’opuntia microdasys ondulata fiorisce in primavera con fiori diurni dal colore rosso. Il frutto è rosso scuro ricoperto da glochidi.

Alessandra Appiani