Armonie e contrasti per un giardino sui colli fiorentini

Uno dei camminamenti a prato verde, con abbondanti bordure di erbacee perenni: salvia nemorosa, verbena, rosmarino prostrato

Una delicata armonia di colori, forme e profumi caratterizza il bel giardino progettato da Massimo Menichelli, paesaggista giardiniere, sui colli fiorentini.
Una residenza rurale del 500, con oltre 3000 metri quadrati di terreno, trasformato in un giardino “semplice da manutenere” spiega Menichelli. “E ispirato alle geometrie del giardino all’italiana, come richiesto dai proprietari”.
L’area si presentava incolta e punteggiata da alberi di Ulivo disposti in maniera casuale. Un foglio bianco, sul quale il progettista ha potuto “disegnare” con la massima libertà creativa diversi “scenari”. Belvedere panoramici, aree con bossi ben formati che delimitano macchie di piante mediterranee, orto, piscina e un’area più libera, raccordata al resto del giardino da camminamenti a prato verde, definiti da bordure con fioriture leggere e delicate.

Macchie di abelia, lentisco, rosmarino e salvie

I belvedere panoramici sono stati pensati per offrire ai proprietari aree di relax con vista sui colli e le vallate circostanti: ampi prati verdi, delimitati dai tipici muretti in pietra, con essenziali elementi d’arredo in ferro battuto.

L’area piscina, con le belle fioriture gialle di elicriso, pittosporo e lantana bianca

Particolarmente suggestivo il gioco di contrasti nell’area prospiciente l’edificio, in cui siepi di bosso ben formati sembrano contenere a stento l’esuberanza e il colore delle Perovskie. Un gioco tra ordine e spontaneità che si ripete in diverse zone del giardino, regalando scorci di grande suggestione.

Perovskia incorniciata da siepi di bosso. In primo piano lentisco

 

Anche l’orto è stato progettato con evidenti richiami alla tradizione del 600 italiano. Il suo impianto, simmetrico e geometrico, ruota attorno a una vasca centrale, a forma di quadrato. Qua sono stati piantate verdure ed erbe aromatiche (rosmarino e mirto), che infondono i profumi tipici della macchia mediterranea. L’area è completata da un semenzaio e da un’area conviviale, con grande tavolo e cucina.

L’ orto, con piante di zucchine, pomodori, cipolle, cavoli,c etrioli e tanto basilico. Le piante perenni di verbena e tulbaghia, on le loro fioriture regalano per tutta l’estate colore ai verdi delle piante dell’ orto. Sul muro macchie di rosmarino officinali e iris oltre a pergole di vari tipi di uva da tavola

Il passaggio dalla zona più “disegnata” a quella più libera e spontanea è accompagnata da percorsi d’erba bordurati da un mix di piante ed erbe mediterranee, sapientemente organizzate in fitte macchie.

Macchie composte di teucrium, rosmarino, mirto con inseriti peri a fiore e melograni, incorniciati da ciuffi di tulbaghia dal fiore rosa

Tutti i lavori sono stati eseguiti da Menichelli Giardini. Azienda specializzata negli interventi paesaggistici e nella realizzazione di giardini di ogni dimensione e tipologia. Dal più raccolto e semplice al più spettacolare e scenografico, dal terrazzo del centro cittadino al restauro di parchi storici. Ogni tipologia di intervento, in qualsiasi parte è realizzata da una equipe specializzata, guidata da Massimo Menichelli.

Uno scorcio del giardino