TALENTI

TESTO DI DELFINA MALATESTA / FOTO DI GUY BOUCHET

Frammenti di emozioni nelle Stanze di Cosimo

Interni intimi, pieni di charme e personalità con al centro, sempre, un caminetto che accoglie e raccoglie, nell’immaginario, ospiti e padroni di casa. Le opere di  Cosimo Gabrieli danno vita a spazi astratti e provengono dal mondo dei ricordi, della memoria e dei sogni. Cosimo utilizza la tecnica del collage per realizzare le sue stanze virtuali.

“Di solito piccoli frammenti di materiali diversi, marmo, stoffa, legno, vengono assemblati insieme e concorrono alla formazioni dell’immagine. Io procedo in maniera diversa. Parto da figure che mi piacciono, un gatto, una gouache, una borsa e creo uno spazio intimo; non a caso la composizione ruota intorno al caminetto”.

A volte le immagini ritagliate, che hanno tutte un significato simbolico, aspettano mesi e mesi prima di trovare il loro collocamento, a volte il processo è rapidissimo. Cosimo gli regala nuova vita partendo da un’emozione, una memoria estetica. Nelle “Stanze” di Cosimo aleggia un’atmosfera impalpabile, che poggia sul vuoto. Gli oggetti e i decori sono legati fra loro da un “fil rouge” di eleganza e poesia. “Quando comincio a disporre nello spazio i frammenti scelti si crea la magia. In corso d’opera le Stanze si animano, prendono vita: questo è l’incanto della creazione”, conclude Cosimo.

CosimoCosimo Gabrieli, nato
e cresciuto ad Addis Abeba,
ha viaggiato a lungo prima
di stabilirsi a Lecce.
“Le mie radici? Mi sento napoletano e adoro Parigi”.