Peter Crane: Ginkgo. L’albero dimenticato dal tempo

Ginkgo. L’albero dimenticato dal tempo

Ginkgo. L’albero dimenticato dal tempo di Peter Crane, botanico di chiara fama, racconta la storia più lunga mai dedicata a un albero, la cui conservazione è oggi affidata all’uomo. Si legge come un romanzo ma è basato su una profonda conoscenza scientifica e un’appassionata attenzione alle vicende evolutive di questo albero che è sopravvissuto a drammatici eventi di milioni di anni di storia della Terra, ultime, si spera, le bombe su Hiroshima e Nagasaki, alle quali sono sopravvissuti solo 170 Hibakujumoku, alberi esposti alla radiazione nucleare e sopravvissuti oppure rigermogliati dalle radici, tra cui appunto alcuni Ginkgo biloba.

Vissuti a fianco di piante e animali estinti da tempo, prima ancora che i continenti australi si separassero dall’Antartide e ovviamente in un mondo privo di esseri umani, questi alberi sono un fenomeno di resilienza e forse per questo sono venerati nei paesi orientali, dove gli esemplari più antichi e imponenti sono piantati in prossimità dei templi buddhisti o dei santuari scintoisti.
Alberi maestosi e bellissimi, dalle caratteristiche foglie flabellate, che in autunno assumono una colorazione dorata, praticamente esenti da malattie, tolleranti dell’inquinamento, da quando sono stati portati in Occidente intorno alla metà del 1700 hanno conquistato tutti, al punto che sono tra le piante più diffuse per le alberature stradali e nei parchi del pianeta.
Ginkgo. L’albero dimenticato dal tempo di Peter Crane descrive in modo discorsivo la storia incredibile del Ginkgo negli ultimi 250 milioni di anni, le sue caratteristiche, le curiosità botaniche e la sua affermazione nel mondo.

Indice dei contenuti dell'articolo

Scheda libro

Titolo: Ginkgo. L’albero dimenticato dal tempo

Autore:Peter Crane

Casa EditriceLeo S. Olschki

Elisabetta Pozzetti

©Villegiardini. Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare anche:

Il libro delle ortensie e delle idrangee

The Flower Hunter, Seasonal flowers inspired by nature and gathered from the garden

A ciascuno il suo paradiso. I giardini dei cappuccini, dei minimi, dei gesuiti, degli oratoriani, dei camaldolesi e dei certosini in età moderna

Labirinti vegetali. La guida completa alle architetture verdi dei cinque continenti

Vite di alberi straordinari. Viaggio tra le piante più antiche del mondo