OLTRE LA SIEPE

A CURA DI MARCO BAY
 

Tutte le sfumature del rosso
nel giardino delle rose

Il giardino è legato alla cultura e la cultura è legata alla conoscenza. È il posto in cui la natura circonda la casa di persone che vi hanno trascorso quasi tutta la vita. Oggi è molto difficile che questo avvenga. Passare gran parte di una vita in un luogo dà una sorta di sensibilità, e anche una relazione unica con la natura, che è carica e densa di emozioni. Questo è il giardino più bello. Vita Sackville-West ha creato, con passione e conoscenza, un’icona che ancora oggi incanta migliaia di visitatori.

Nel suo giardino ogni pianta all’interno delle ‘garden rooms’ è stata attentamente selezionata

Tra queste, la più citata, è quella con fiori esclusivamente di colore bianco (imperdibile la nuvola della Rosa mulliganii). Quest’idea ha dato il via al cliché e alla moda ripetitiva del desiderio di avere il giardino tutto bianco.
Molto interessanti sono tutte le sfumature del rosso che portano lo sguardo a scoprire infinite varianti: dal rubino al rosso lacca, fino al bordeaux. Artista nell’uso dei pigmenti della scena contemporanea è Anish Kapoor, i colori che sceglie sono caldi e dotati di una luminosità quasi propria. Danno un impatto viscerale e immediato per dualità astratte, come presenza e assenza, infinito e illusione; come nell’opera titolata “Innocent Blood”.

Anche in giardino si possono ritrovare tutte queste raffinate nuance; nel mese di maggio sono le rose a fare da regine assolute.

La mia preferenza va senza alcun dubbio per le cinesi: la Sanguinea e la ‘Louis XIV’, entrambe a portamento arbustivo, sane e rifiorentissime; la prima a fiore semplice veramente rosso sangue, la seconda dalle tonalità più scure a fiore doppio. Decisamente contemporanea è la ‘Burgundy ice’, vista in Sud Africa pochi anni fa, ora cresce a Milano in un angolo assolato del cortile di Palazzo Reale. Anche la moyesii ‘Geranium’, tra le botaniche, non sfugge a questi cromatismi. Un valore aggiunto ai rosso sangue di queste rose è il loro mutare secondo la luce del giorno, che raggiunge una particolare intensità al tramonto; con la luna piena altre emozioni ci aspettano: esse assumono allora tutte varianti del nero tinto rosso/bordeaux.