Villa Smeraldo vista mare

Incastonata sulle alture di Santa Margherita Ligure, Villa Smeraldo si affaccia sul Golfo del Tigullio, da una posizione privilegiata, tra i profumi e i colori della macchia mediterranea e l’azzurro cangiante del mare. La casa sorge infatti in un’area collinare terrazzata sottoposta a vincolo paesaggistico. La ricostruzione rispetta infatti le tipicità architettoniche di questo territorio. Facciata a intonaco colorato in stile ligure con riquadrature a contrasto e rivestimento in abbadini di ardesia per la copertura. 

Villa Smeraldo

I proprietari, innamorati di questi luoghi, hanno accettato di buon grado questi vincoli, ma hanno chiesto a Giuliano Montaldo e Sabina Volta, architetti dello studio genovese mvaa, di progettare gli interni per rispondere a due esigenze: da un lato aprire il più possibile gli spazi alla spettacolare vista mare, dall’altro offrire soluzioni funzionali alla vita che conducono. “Il valore di questo intervento”, spiegano gli architetti, “è quello di avere un duplice linguaggio: una casa di aspetto molto tradizionale all’esterno e un’architettura interna di impronta contemporanea, più confacente alle richieste del cliente”.

Interior design di Villa Smeraldo

Villa Smeraldo
Il divano Groundpiece di Flexform dialoga con il tavolino Mex di Cassina

Lo studio ha realizzato un progetto elegante e minimal, con cromie sobrie e naturali declinate in sfumature dell’avorio, del beige e del grigio in contrasto con parquet e arredi in rovere naturale. Interessante anche la disposizione degli ambienti. La camera padronale, bagno e cabina armadio, due camere e due bagni sono al pianterreno. Il seminterrato accoglie la zona relax con sauna, bagno, lavanderia, cabina armadio e una camera supplementare.

Villa Smeraldo
Il mobile contenitore con ante laccate al poliestere color verde salvia contrasta armonicamente con il parquet in rovere

In corrispondenza del piano di ingresso, dove si trovano cucina e area living, le finestre inquadrano la macchia mediterranea da un lato e il Golfo del Tigullio dall’altro. “Abbiamo reso unico il serramento originariamente diviso in due per cui l’affaccio esterno è cambiato molto” raccontano Montaldo e Volta. L’effetto è quello della cornice a un dipinto che rapisce lo sguardo a ogni ora del giorno. Gli esterni sono stati pensati per offrire spazi dedicati a piacevoli momenti di convivialità, sempre accompagnati da vedute spettacolari.

Villa Smeraldo

Nella zona adiacente il living, gli architetti hanno ricavato un’ampia area pianeggiante per pranzi ed eventi all’aperto. Sono state così realizzate due zone distinte, entrambe coperte da pergole in struttura metallica leggera e ombreggiatura in canniccio naturale. La prima pergola è destinata alla preparazione del cibo con un bancone tecnico attrezzato in ardesia brasiliana e rivestimento in doghe di teak. La seconda è arredata con un tavolo e una panca fissi anch’essi in ardesia con vista sulla splendida costa di Levante.

 

Villa Smeraldo, il giardino 

Villa Smeraldo

Interessante anche il progetto del giardino una vasta area verde di circa 5.000 metri quadrati con tratti in leggerissima pendenza, noti come “fasce”, che accompagnano il lento degradare verso la costa. Nel pieno rispetto del paesaggio sono state scelte essenze della costa ligure: ulivi, alberi da frutta nella parte più bassa e soleggiata; piante di limone ad albero e a spalliera, aranci e piante aromatiche delimitano, invece, il bordo delle fasce e il vialetto di accesso pedonale. Tecniche e materiali tradizionali, tipo muri “a secco” in pietra locale caratterizzano le finiture degli spazi esterni. Per le pavimentazioni dei percorsi e delle aree esterne si sono scelte lastre di pietra arenaria con giunti inerbiti. 

Villa Smeraldo
Bancone in tubolare di acciaio inox con piani e fianchi in ardesia rivestito con ante e cassettoni in doghe teak naturale

Una piscina rettangolare di 12 metri per 4, sulla fascia intermedia della proprietà, valorizza la superficie allungata del terrazzamento.  In prossimità, l’angolo relax è allestito con una pergola aperta, protetta da una copertura impermeabile e da tende scorrevoli verticali. Al suo interno, un gazebo arredato con divano e tavolino nelle tonalità naturali dell’écru e del marrone che richiamano i tronchi degli ulivi. Essenze a fioritura costante garantiscono uno sfondo piacevole e profumatissimo per le ore trascorse all’aria aperta.

Area real con il divano Charles Outdoor e il tavolino Mirto Outdoor, entrambi B&B Italia

Per valorizzare gli spazi esterni della villa anche al tramonto o nelle ore notturne, il progetto ha posto un’attenzione speciale al light design: piscina, pergole e vialetti sono dotati di corpi illuminanti che rendono sempre fruibili gli ambienti outdoor e punteggiano in modo scenografico il giardino in corrispondenza di arbusti ed essenze. 

Foto di: Andrea Ceriani

Gallery

Villa Smeraldo