Hylotelephium, ideali per un giardino a bassa manutenzione

sedum

Gli Hylotelephium sono popolarissime piante succulente caratterizzate da foglie grigio verdi e dall’abbondante fioritura. Fino a pochi anni erano chiamati Sedum e tutt’oggi è possibile che questo nome sia ancora in uso per indicare questa pianta versatile da avere assolutamente in giardino.

Origine e nomenclatura

Il genere Hylotelephium fa parte della famiglia delle Crassulaceae. Negli anni ’70 del 1900 era classificata come un sottogenere o una sezione del genere Sedum. Soltanto con  accurate analisi genetiche si sono potute evidenziare le sostanziali differenze tra questi due generi, analisi che hanno consentito la creazione di uno a sé stante.

Il nome “hylotelephium” significa “telephium dei boschi”. Deriva dall’unione di due termini greci: “hyle”, che indica il bosco, e “telephium”, pianta dedicata a Telephos, figlio di Ercole.

Pianta

Le specie del genere Hylotelephium sono piante perenni, erbacee e con radici fibrose o legnose. Il portamento è eretto e questa caratteristica la differenzia da molte piante del genere Sedum. Sono presenti uno o più steli robusti ed arcuati alla base.

Le foglie sono succulente, larghe ed appiattite, poste sul ramo in maniera opposta o alternata. Solitamente, hanno una colorazione grigio verdastra, che può anche essere molto più scura o variegata. La propagazione di questa pianta può essere effettuata con successo prelevando talee di foglie.

sedum telephium chiocciola
Le foglie sono succulente, larghe ed appiattite molto appetite da lumache e chiocciole – ©Andreas Rockstein (Flickr CC BY-SA 2.0)

Fiore

I fiori sono costituiti da cinque sepali spessi, appuntiti, di colore verde e da altrettanti petali, spesso nei toni sul rosa, e dalla lunghezza anche tre volte superiore quella dei sepali. I fiori compongono grandi infiorescenze ad ombrello, poste nella parte terminale degli steli.

Utilizzo

Gli Hylotelephium sono perfetti per bordure erbacee e giardini rocciosi o che prevedano l’uso di ghiaia. Le sue abbondanti fioriture ricche di nettare la rendono perfetta anche per attirare insetti impollinatori e piccola fauna. È possibile coltivarle in vaso, sia come individuo singolo sia in gruppo, anche utilizzando specie diverse.

sedum insetti
I fiori sono ricchi di nettare e attirano numerosi insetti impollinatori

Note di coltivazione

Terreno

Le piante di questo genere crescono perfettamente in terreni sabbiosi o ghiaiosi e tollerano anche il terreno argilloso a condizione che sia molto drenato.

Esposizione

Gli Hylotelephium preferiscono stare in pieno sole e risulta ottimale l’esposizione di sei ore di luce diretta durante il giorno. Zone troppo ombreggiate potrebbero far perdere di turgore l’intera pianta e causare una minor produzione di fiori. Con mesi estivi sono particolarmente caldi, è consigliabile prevedere una leggera ombreggiatura durante le ore più soleggiate.

Hylotelephium spectabile 'Iceberg'
Le fioriture di Hylotelephium non sono soltanto rosa ma anche bianche o rosse

Acqua

Essendo una pianta grassa, presenta un’eccellente tolleranza alla siccità e non necessita di apporti idrici abbondanti, anzi, innaffiature troppo frequenti potrebbero provocare la marcescenza delle radici. Durante l’estate sarà sufficiente irrigare sporadicamente.

Temperatura

Le alte temperature non spaventano le specie di questo genere, che rimarranno splendide fino in autunno inoltrato. Quando le temperature scenderanno permanentemente sotto i 10°C la pianta entrerà nella fase di dormienza, per poi riprendere a vegetare con il tiepido clima primaverile.

cura Hylotelephium inverno
I fiori possono permanere a lungo sulla pianta, anche durante l’inverno – ©Thomas Hassel (Flickr CC BY-NC-ND 2.0)

Concimazioni

Queste piante crescono bene in terreni magri e pertanto le fertilizzazioni non sono strettamente necessarie. Durante la primavera, in caso fosse presente un suolo particolarmente povero, è possibile prevedere una concimazione leggera. Dosaggi eccessivi di fertilizzante possono dare uno sviluppo sbilanciato verso la crescita vegetativa, a discapito delle fioriture e della stabilità generale della pianta.

Parassiti e malattie

A causa delle foglie carnose, queste specie sono appetite da chiocciole e lumache, che possono creare considerevoli danni all’apparato fogliare. Questa problematica può essere risolta tramite la rimozione manuale o, in caso di forti infestazioni, usando un lumachicida specifico. In misura minore, anche afidi e cocciniglie possono attaccare questa pianta e per debellarli è possibile usare l’olio di neem o olii minerali.

Hylotelephium in vaso

È molto facile coltivare le Hylotelephium in vaso, dato che l’unico aspetto critico è il drenaggio del terriccio. La loro adattabilità le rende idonee per essere coltivate in combinazione con altre piante erbacee o succulente, perché potrà essere scelto qualsiasi tipo di terriccio, purché non acido.

Possedendo radici superficiali, non necessita di contenitori profondi e non presenta esigenze particolari per quanto riguarda il materiale che costituisce il vaso. Sarà necessario soltanto appurare che siano presenti un buon numero di fori di drenaggio.

hylotelephium sieboldii
Gli Hylotelephium sono perfetti in contenitori non convenzionali

Alcune specie

Hylotelephium spectabile

Un tempo era Sedum spectabile e spesso viene ancora chiamata in questa maniera.È una pianta succulenta perenne che richiede poche attenzioni, essendo resistente alla siccità e adattabile in terreni dalla fertilità medio-bassa e ben drenati. Nonostante ami zone molto soleggiate, è preferibile prevedere qualche ora di ombra. Le foglie sono molto carnose e rendono la pianta decorativa anche in assenza delle fioriture. Quest’ultime appaiono durante la stagione estivae attirano api e farfalle. Permangono poi fino all’autunno, impreziosendo il giardino con grande infiorescenze ad ombrello. Una delle varietà più conosciute è sicuramente Hylotelephium spectabile ‘Brilliant’, che presenta foglie grigio verdastre ellittiche e grandi infiorescenze rosa scuro. Molto nota è anche Hylotelephium spectabile ‘Autumn Joy’, caratterizzato da fiori che si presentano inizialmente rosa lampone e che poi, nel corso della stagione vegetativa, passano al rosso ramato. Le infiorescenze , in alcune varietà come ‘Iceberg, sono bianco puro o infuso di rosa.

sedum spectabile 'Autumn Joy'
Hylotelephium spectabile ‘Autumn Joy’ – ©Leonora (Ellie) Enking (Flickr CC BY-SA 2.0)

Hylotelephium telephium

Questa specie prolifera in pieno sole, in un terreno sabbioso o ghiaioso, riuscendo a sopravvivere a lunghi periodi di siccità grazie alle radici tuberose. Le foglie passano dal verde brillante finoad assumere, in alcune varietà, toni molto scuri. I fiori a forma di stella passano dal rosa al rosso violaceo e sono raggruppati in ampie infiorescenze ad ombrello. Il Hylotelephium telephium ‘Purple emperor’è caratterizzato da grandi capolini rosa violaceo e da affascinanti foglie carnose di colore viola intenso.

Hylotelephium telephium
Hylotelephium telephium ‘Purple emperor’ – via Wikimedia Commons

Hylotelephium sieboldii

Originaria del Giappone, è una specie poco conosciuta che, a differenze della maggior parte degli Hylotelephium, preferisce crescere in zone ombreggiate. Presenta comunque una buona tolleranza alla siccità e richiede terreni ben drenati come le altre specie del suo genere. Le foglie sono arrotondate, di colore grigio verdastro spesso con una parte centrale color crema. I fiori sono rosa e compongono piccole infiorescenze terminali. Ne esistono

sedum sieboldii
Hylotelephium sieboldii – ©netzroot (Flickr CC BY 2.0)

Maria Giulia Parrinelli

 

Ti potrebbero interessare anche:

Dove tenere le piante grasse?

Come realizzare composizioni con piante grasse?

Come propagare una pianta grassa

Erbacee per terreni argillosi ed esposizioni soleggiate