VINI ITALIANI DOC: IL NERO D’AVOLA

Un vino rosso intenso

Il Nero d’Avola è un vino rosso prodotto in tutta la Sicilia, benché i suoi riferimenti d’elezione riguardino, principalmente, il settore sud-orientale, la provincia di Siracusa.

Il suo colore è il rosso rubino – con gradienti che avvicinano il viola – e variazioni nei riflessi che dipendono dal territorio di raccolta e dalla durata dell’invecchiamento.

E’ un grande vino mediterraneo, di ottima personalità e dal profumo intenso, forte del background che lo costruisce, fatto di sole e dislocazioni prossime al mare.

Nelle sue varietà più pregiate, accanto ai tradizionali richiami a frutti come la ciliegia e la prugna, compaiono intensi toni speziati, che possono virare al balsamico.

Il vitigno

Il Nero d’Avola è un vitigno rosso a bacca scura. A volte viene chiamato anche calabrese, ma non lasciatevi fuorviare dall’alternativa, perché la sua origine è assolutamente siciliana.

Pare che quest’ambiguità lessicale venisse sfruttata, nel 1800, per diffonderlo, grazie alla miglior reputazione dei vini prodotti in Calabria.

E’ una pianta capace di opporre buona resistenza alle malattie e alle avversità del maltempo. Si manifesta con foglie grandi e grappoli di dimensioni medie, come gli acini, ovaliformi.

Le bucce degli acini contengono una quantità significativa di “pruina “, sostanza dalla consistenza prossima alla cera, generata dalle cellule superficiali dell’uva, delle susine e di altre piante.

La pruina conferisce ai frutti un colore blu piuttosto intenso e, frenando la disidratazione degli acini, regala alla polpa una buona protezione.

Made in Italy

Come abbiamo già scritto in un precedente articolo, il Nero d’Avola è uno dei vini italiani esportati nel mondo (anche i vitigni sono stati trapiantati in Australia e in Canada); piace il suo gusto speciale, accompagnato da corpo e robustezza.

Queste caratteristiche lo rendono adatto anche al taglio di vini più leggeri e alla miscela efficace con altri prodotti di vasta diffusione, come il Syrah o il Cabernet Sauvignon.

E’ un vino che ha guadagnato molti riconoscimenti internazionali, premi e menzioni di riviste specializzate.

Servizio e abbinamenti col cibo

Il Nero d’Avola DOC va servito ad una temperatura nell’intervallo 16-18 °C. Tradizionalmente, accompagna le carni rosse, grigliate o arrostite, o i formaggi forti e stagionati.

Non troppo invecchiato e a temperature inferiori, può essere proposto anche con pesce di qualità, appena scottato o lavorato in tagliata.

Le immagini della cover e della galleria sono classificate come riutilizzabili da Google o provengono dalla piattaforma free Pexels.