Il Teatro alla Scala virtuale per un viaggio unico!

Visita mutimediale

Il teatro del futuro

Basta indossare un visore sugli occhi e la prima ballerina Nicoletta Manni vi accompagnerà nelle sale del Teatro alla Scala virtuale che ha appena lanciato una nuova App e una visita in VR a 360 gradi.

Uno straordinario viaggio attraverso la musica e il canto, in un intreccio di arte, costume e storia del nostro Paese. Il Museo della Scala di Milano, per raccontare meglio tutto questo bagaglio culturale agli oltre 250.000 visitatori, ora diventa anche digitale.

Il progetto, Teatro alla Scala virtuale è in collaborazione con Samsung e l’agenzia creativa Ett Ad e prevede una visita virtuale supportata da un visore Gear Vr e cuffie, che vi accompagnerà nei luoghi del teatro al fianco della prima ballerina Nicoletta Manni, attraverso sette totem multimediali touch screen per scoprire le sale e il lancio di un’App multilingue con contenuti dedicati anche ai piccoli visitatori.

VR Experience: una visita a 360°

Al termine della visita museale sarà possibile effettuare una Esperienza di Realtà Virtuale con l’uso dei Samsung Gear VR dotati di Smartphone Galaxy S8 e cuffie per poter godere appieno dei contenuti in realtà virtuale realizzati ad hoc. In particolare, il video girato a 360°, in italiano e inglese, renderà il visitatore protagonista per un viaggio unico alla scoperta dei luoghi più nascosti del Teatro sempre in compagnia dela prima ballerina Nicoletta Manni.

Multimedialità per un museo del futuro

Con sette nuove postazioni multimediali, un monitor a parete all’ingresso con le principali informazioni e i restanti sei totem, con monitor touch e menù bilingue dislocati all’interno di alcune sale del Museo si potrà accedere alla storia competa del Teatro, ai luoghi scaligeri di Milano arricchiti da ulteriori contributi audio/video sulle opere.

Inoltre la nuova applicazione mobile multilingue per smartphone Museo Teatrale alla Scala sarà disponibile in anteprima su Play Store, la piattaforma Android. L’App è stata realizzata anche grazie al contributo di Regione Lombardia.

Una volta scelta una delle 7 lingue – italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo e giapponese – il visitatore si ritroverà immerso nelle atmosfere della Milano ottocentesca e del Teatro alla Scala, con l’animazione del famoso dipinto di Angelo Inganni.

All’interno dell’App saranno disponibili 6 percorsi: – Grand Tour, Le 9 muse, I tesori del Museo, Celebrities, La Scala e Milano: storie e itinerari e Su e giù per la Scala, dedicata ai bambini – disponibili e forniti di una propria descrizione e di una mappa del Museo che indicherà le stanze in cui le opere sono esposte.

L’applicazione, gratuita, sarà scaricabile e fruibile anche da casa, fatta eccezione per i contenuti aggiuntivi del percorso Grand Tour che si attiveranno durante la visita.

Dopo la pausa estiva il progetto Teatro alla Scala virtuale, sarà completato con il nuovo sito del museo e l’attivazione dell’acquisto dei biglietti online.

Via

Fonte Gallery: living.corriere.it