SPECIALE LEGNO

Speciale legno
A CURA DI MARCO MIGLIO

[tabs tab1=”TRADIZIONE” tab2=”INTARSIO” tab3=”CLASSICO” tab4=”BOISERIE” tab5=”CONTEMPORANEO”]

[tab id=1]

Parquet In

L’utilizzo del legno per la pavimentazione delle abitazioni ha un’origine che risale alla Preistoria. Ma è solo alla fine del Medioevo che si diffuse l’uso di realizzare pavimenti in legno con finalità decorative. In questo periodo l’arte orientale dell’intarsio si diffuse nell’Italia del nord, in particolar modo in Toscana. Nelle botteghe artigiane si iniziarono ad accostare tasselli di diverse specie legnose con l’intento di ottenere configurazioni geometriche da applicare al pavimento. Dal XVI secolo questa tecnica divenne nota anche oltralpe, in particolar modo in Francia dove, nei due secoli successivi, i pavimenti in legno hanno raggiunto le più alte vette di qualità estetica, come dimostrano le superbe realizzazioni di Versailles. La proposta di Parquet In si ispira proprio alla prestigiosa tradizione del pavimento decorativo, rivisitata e interpretata secondo i canoni del gusto contemporaneo. Tre collezioni, ognuna con una precisa identità, sviluppate dal centro stile diretto da Eliana Dellatte e prodotte da abili maestri del legno con procedimento rigorosamente artigianale. Old Chic Collection (in alto a destra) è la proposta più legata alla storia, che tuttavia non si esaurisce in una mera riproduzione, ma lascia spazio a sperimentazioni e variazioni sul tema, rinnovando attraverso la cultura del design i motivi iconografici e i modelli della tradizione europea. Nella linea New Mosaics (in basso a destra) le calde tessiture del legno vengono sapientemente contrapposte alla luminosità dei mosaici in ceramica e vetro, secondo geometrie essenziali che evidenziano la ricercatezza di materiali e colori. Il protagonista di Elegant Collection è l’abbinamento tra marmi di pregio ed essenze, opportunamente selezionati e rifiniti per creare contrasti materici e cromatici in grado di donare agli ambienti un’elegante vivacità.

[/tab]

[tab id=2]

I Vassalletti: maestri artigiani in Toscana

[pp_gallery gallery_id=”10597″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

I Vassalletti progetta, realizza e mette in opera pavimenti, boiserie e mobili, ispirandosi alla prestigiosa tradizione delle botteghe artigianali del Rinascimento. Tutto iniziò in un laboratorio di falegnameria nel cuore della Toscana, che negli anni 80 si impose all’attenzione degli esperti di interior decoration per una spiccata sensibilità nella realizzazione di intarsi e marquetterie. Per questo l’azienda iniziò a collaborare a importanti opere di restauro di palazzi e dimore storiche, tra le quali spiccano il Cremlino a Mosca e il castello di Maison Lafitte in Francia. Queste esperienze hanno alimentato una cultura di ricerca che attualmente esprime creazioni originali a partire dall’interpretazione dei grandi classici. Come per esempio Simon, un pavimento intarsiato in quercia antica della collezione Progenié, rifinito con un trattamento di sabbiatura e finitura a base di pigmenti naturali a olio e cera, che sottolineano la grazia del motivo floreale in acciaio.

Berti: nuove frontiere per l’intarsio

[pp_gallery gallery_id=”10599″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Berti rappresenta una realtà industriale all’avanguardia nella ricerca di nuove soluzioni per la lavorazione del legno. L’azienda, oltre a essere stata la prima in Italia a utilizzare la tecnologia laser applicata all’intarsio, dispone oggi di sistemi informatici e macchinari che le consentono di realizzare ogni tipo di decoro, anche su specifica richiesta del cliente o del progettista.
Il catalogo dell’azienda affianca modelli classici a proposte più contemporanee o di gusto etnico, come per esempio il pavimento Africa. Concepita dal designer Tistsi Have, questa composizione esprime una sintesi equilibrata tra i segni tribali tipici della cultura africana e la tradizione europea del parquet. Grazie alla sofisticata applicazione della tecnologia laser, specie legnose esotiche come il Doussié, il Panga, il Teak sono state intagliate e accostate con precisione, creando disegni e motivi ornamentali di forte personalità.

Parchettificio Toscano: intrecci ad arte

[pp_gallery gallery_id=”10601″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Parchettificio Toscano produce pavimenti e rivestimenti in legno che si distinguono per la cura nella scelta dei materiali e la qualità manifatturiera. L’azienda è stata fondata da Franco Mannucci che, dopo una lunga esperienza nel settore, alla fine degli anni 70 iniziò a dedicarsi alla produzione di parquet tradizionali. Attualmente la proposta si articola su sei collezioni, che spaziano dal parquet in massello ai pavimenti Pontevecchio, realizzati a mano, passando per Outfloor, concepito per gli esterni. Il fiore all’occhiello del parchettificio è la collezione San Miniato Opus Lignea, caratterizzata da intarsi scenografici. Motivi decorativi, che fondono tradizione e contemporaneità, realizzati manualmente da intarsiatori e artigiani specializzati nella lavorazione del legno di recupero, restaurato con perizia per lasciare trasparire la patina originale. Una linea fatta di prodotti come Baduila, che presenta l’accostamento tra l’acciaio e il wengé, oppure Calimala, realizzato in quercia, teak antico, olivo, acciaio, ardesia.

[/tab]

[tab id=3]

[pp_gallery gallery_id=”10606″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

L’Antic Colonial: ispirazione naturale

[pp_gallery gallery_id=”10611″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

L’Antic Colonial è un’azienda del gruppo Porcelanosa che indaga le potenzialità decorative di materiali naturali quali il legno, le terrecotte, le ardesie, i marmi.
Una vocazione per la natura che si esprime anche attraverso un impegno per la sostenibilità ambientale, certificato dalle principali associazioni, che vede nel legno il materiale d’elezione, anche per le sue proprietà di isolante e regolatore dell’umidità. Classic Ebano Luxor è una collezione di gusto classico ma essenziale, realizzata in rovere americano ed europeo con la tecnica dell’intarsio tradizionale. Il prodotto, disponibile nella configurazione a quadrotto oppure a spina di pesce, è caratterizzato da una forte personalità e da una finitura volutamente irregolare che conferisce agli interni un aspetto al tempo stesso elegante e accogliente. Per questo si presta a una vasta possibilità di declinazione nei più diversi contesti.

Pavimenti Lemma: intarsi su misura

[pp_gallery gallery_id=”10613″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Erede della prestigiosa tradizione dell’ebanisteria torinese, Pavimenti Lemma è specializzata nella produzione di pavimenti in legno su misura. Una proposta che affianca al tradizionale parquet in tavolato due esclusive collezioni di marquetterie e pavimenti intarsiati. Protagonista assoluta di questa collezione è la quercia antica, spesso abbinata ad altri materiali, quali marmo, pietra, cemento, cuoio, acciaio e bronzo, per dare vita a originali composizioni che reinterpretano i motivi decorativi tradizionali con materiali contemporanei. Tra le proposte più classiche, il pavimento Gessi si distingue per l’accurata scelta delle diverse tonalità dell’essenza che, creando sfumature ton sur ton e leggeri contrasti, enfatizza la sobria eleganza del disegno floreale. Anche per questa tecnica manifatturiera così sofisticata la flessibilità artigianale dell’azienda consente di realizzare soluzioni inedite per disegno e materiale, sulla base delle specifiche esigenze del cliente o del designer.

[/tab]

[tab id=4]

Asnaghi Interiors: intagli di prestigio

[pp_gallery gallery_id=”10616″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Le boiserie sono rivestimenti di pareti con pannelli in legno variamente lavorati e rifiniti con intagli, intarsi, tessuti, piccole opere scultoree. Una tecnica di decorazione che ha raggiunto, soprattutto nel Seicento e nel Settecento, vette di assoluto livello artistico.
Ancora oggi le boiserie rappresentano una soluzione di impatto scenografico per la decorazione di sale di rappresentanza e sontuose dimore. Per questo le aziende con le più qualificate maestranze ancora oggi si cimentano con questo elemento d’arredo, rinnovando i fasti di una tradizione di grande prestigio.
Fin dall’inizio del 900 Asnaghi Interiors produce mobili e complementi in stile. Le boiserie dell’azienda brianzola vengono realizzate completamente a mano,
avvalendosi di tecniche particolarmente ricercate quali la laccatura, la lucidatura, la doratura e l’intaglio. Le affascinanti tonalità sfoggiate da questi prodotti nascono da una meticolosa ricerca sulla fusione delle tinte coniugata con tecniche di laccatura all’avanguardia. Prodotti di alto artigianato che possono essere rifiniti da materiali preziosi quali oro zecchino, foglia d’oro, ottoni, ceramiche e madreperla.

Turri: l’arte del lusso

[pp_gallery gallery_id=”10618″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Azienda con vocazione internazionale, Turri realizza arredi classici e moderni. Una spiccata attitudine alla manifattura consente a Turri di rispondere alle esigenze di una clientela sofisticata. Le boiserie sono realizzate con tecniche decorative che risalgono all’inizio dell’Ottocento e includono la sovrapposizione di vari colori e l’applicazione di finiture in oro antico. Preziosi inserti in materiali nobili e dettagli intagliati con cura da abili artigiani dialogano con l’insieme per esprimere un’idea di lusso che non coincide con l’ostentazione ma con la ricerca di armonia compositiva e cromatica.

Provasi: storia e stile

[pp_gallery gallery_id=”10620″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Provasi è nata negli anni 70 in Brianza, un territorio di grande tradizione nella lavorazione del legno.
Un’azienda che, avvalendosi della collaborazione di maestri artigiani specializzati nell’arte dell’ebanisteria, interpreta i modelli della tradizione classica, soprat-tutto del 500 e 600 italiano, ma anche del 700 e 800 europeo. Le boiserie rappresentano la quintessenza dello stile Provasi: linee morbide, intagli e intarsi di pregio, legni chiari che esprimono un’idea di eleganza originale e ricca di storia, ma particolarmente sobria e ricca di calore.

[/tab]

[tab id=5]

Itlas: il pavimento italiano

[pp_gallery gallery_id=”10624″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

L’azienda trevigiana è specializzata nella produzione di pavimenti in legno a due e tre strati, rivestimenti in massello, mobili e complementi in quercia firmati da prestigiosi designer, tra i quali Doriana e Massimiliano Fuksas. Il catalogo dei pavimenti in legno si articola su una una vasta gamma di modelli, essenze e finiture, in grado di rispondere a una molteplicità di esigenze estetiche e funzionali. Una linea di prodotti fabbricati interamente in Italia con materiali naturali ed ecosostenibili, realizzati secondo disegni esclusivi, come certifica l’attestazione “100% Made in Italy” rilasciata dall’Istituto per la Tutela dei Produttori Italiani. Tra i prodotti di maggior successo dell’azienda, Tavole del Piave è un listone di grandi dimensioni a tre strati, per pavimenti, controsoffitti e rivestimenti. Un prodotto che rivisita la tradizione secondo le esigenze dell’architettura contemporanea e che per questo è stato utilizzato in prestigiosi progetti di interior design, come la Galleria Tornabuoni di Firenze. (Nella foto Tavole del Piave in Rovere, finitura Materia).

Tavar: la modernità della tradizione

[pp_gallery gallery_id=”10626″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Un’azienda eclettica, con un’offerta estremamente diversificata che spazia dai parquet prefiniti per indoor alle soluzioni per outdoor, passando per i termoparquet. Il catalogo è completato da una raffinata collezione di quadrotti artistici intarsiati.
Gran Parquet è uno dei prodotti di punta di Tavar.
Un pavimento prefinito a tre strati che unisce il calore e la tradizione nordica dei grandi tavolati rustici al gusto moderno per il design essenziale.
Le sue generose proporzioni, impreziosite da una leggerissima smussatura sui lati lunghi, amplificano il senso di profondità, valorizzando così le volumetrie degli ambienti. La plancia viene proposta in rovere di diverse tonalità cromatiche (Anticato Chiaro, Sbiancato, Fumè, Bianco Plus) ma è disponibile anche in Teak Burma, Olmo e Noce Nazionale.

Woodco: l’essenza del legno

[pp_gallery gallery_id=”10628″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Impression è la nuova collezione di parquet prefiniti in rovere a due strati, caratterizzata da venature, nodi e spaccature che, enfatizzando le proprietà naturali del legno, donano agli ambienti un’atmosfera calda e materica. L’effetto è sottolineato inoltre dalla piallatura manuale e dalla smussature irregolari del bordo, che contribuiscono a conferire alla tavola un aspetto grezzo e artigianale. La naturalità del rovere è stata ulteriormente esaltata attraverso la finitura con olio cera Osmo, che nutre e protegge la fibra del legno assicurando un residuo secco composto esclusivamente da oli naturali, garanzia di un pavimento sicuro ed ecologico.
La componente cerosa dell’olio, inoltre, conferisce un’ulteriore protezione che mantiene inalterata la superficie del parquet e facilita la sua manutenzione.

Xilo1934: colori di tendenza

[pp_gallery gallery_id=”10630″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Xilo1934 è un’azienda particolarmente attenta alla qualità del design. La collezione Mix 1934 è dedicata all’interpretazione del colore in chiave contemporanea, attraverso sei nuance studiate per incontrare altrettanti stili di tendenza: Modern Luxury, Warm Minimalist, Ethnic Chic, Urban Classic, Natural Fusion, Country Bohemien. Ogni nuance è composta da diverse tonalità cromatiche, applicate su doghe di parquet a larghezza fissa di dieci centimetri. Una proposta  pensata per adattarsi al meglio in ambienti arredati con personalità, per contribuire a enfatizzare l’impatto cromatico dell’insieme. Mix 1934 è una collezione particolarmente curata dal punto di vista estetico, ma garantisce anche un basso livello di manutenzione e un’alta durata, grazie alla finitura con vernice all’acqua.

Alpi: la qualità sostenibile

[pp_gallery gallery_id=”10632″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Alpilignum è la linea di legno precomposto Alpi, ottenuto attraverso un particolare processo produttivo che “sfoglia” il legno (di specie dall’origine controllata), lo tinge per immersione in colorazioni atossiche e lo ricompone, sovrapponendo i fogli in un nuovo tronco. Questa tecnica consente all’azienda di dedicare una particolare attenzione alla ricerca di nuove soluzioni estetiche, del tutto originali per colore e venatura che, oltre a mantenere tutto il calore e la naturalezza della materia prima da cui provengono, sono particolarmente resistenti e quindi mantengono costanti nel tempo le proprie caratteristiche. Il processo consente inoltre di riprodurre essenze di difficile reperibilità, come ebani e teak, utilizzando legni comuni, dall’origine sostenibile e responsabile. (Nella foto AlpIlignum Makassar Ebony).

Fiemme 3000: una scelta biocompatibile

[pp_gallery gallery_id=”10634″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

La Val di Fiemme è famosa per la sua “Foresta dei violini” il cui legno, da Stradivari in poi, ha dato forma ai migliori strumenti musicali del mondo. È proprio in questo territorio di tradizione che nascono i pavimenti in legno biocompatibile Fiemme 3000. Fior di Fiemme è una collezione che attinge a pregiate specie legnose, quali il noce italiano, l’olmo europeo e americano, il rovere. Ma anche il teak, giovane e antico, ricavato da secolari travi birmane. Essenze caratterizzate da toni caldi che sfumano gradualmente dal biondo brillante ai marroni più intensi. Le tavole vengono lavorate prevalentemente mano, in diversi formati che evidenziano fiammature, nodi, venature e favoriscono disegni di posa d’impatto. Per garantire la conservazione del pavimento senza arrecare danno alla salute, le tavole vengono trattate con il procedimento Fiemme 3000 Bio Plus brevetto esclusivo dell’azienda. Una miscela biocompatibile di oltre 50 sostanze vegetali e minerali atossiche che, nutrendo il legno nella sua struttura più profonda senza occludere i pori, ne ripristinano le capacità autoprotettive, inevitabilmente perdute durante i processi di lavorazione. Inoltre uno speciale olio duro assicura una maggiore resistenza all’abrasione, mentre un accurato trattamento a base di cere e oli conferisce al pavimento un grado di brillantezza equilibrato, proteggendolo da acqua e usura. Il prodotto, lavorato dalle mani sapienti degli artigiani della Val di Fiemme, si distingue sia per le sua qualità estetiche, sia per la naturalità dei trattamenti, che rendono ogni tavola sicura e perfettamente salubre.

Mafi: decori di rilievo

[pp_gallery gallery_id=”10636″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Vulcano Fresco Duna è una collezione di pavimenti in legno di faggio che si distingue per la cura nel design e per l’innovazione del processo produttivo. Il legno viene sottoposto a un esclusivo trattamento termico privo di agenti chimici che, oltre a donare alle tavole una tonalità cromatica più scura, consente di imprimere sulla superficie decorazioni a rilievo. Il motivo a onda che caratterizza questa proposta conferisce al listone un aspetto decisamente grafico, donando al pavimento delicati effetti di ombreggiatura finora impossibili da ottenere con le tecniche tradizionali.
Per le sue caratteristiche superficiali Vulcano Fresco Duna si presta a essere installato negli ambienti calpestati a piedi nudi, per usufruire dell’effetto massaggiante sulla pianta del piede. Può inoltre essere utilizzato come elemento decorativo di pareti e soffitti.

Oscar Ono: tradizione francese

[pp_gallery gallery_id=”10638″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Erede della prestigiosa tradizione francese del parquet, la maison parigina si distingue per una proposta rigorosamente artigianale che affianca ai modelli classici motivi decorativi di grande attualità. Cubisme Parisien è un pavimento realizzato con la tecnica dell’intarsio, in cui l’accostamento dei tasselli secondo uno schema geometrico modulare crea l’illusione della tridimensionalità e una suggestiva illusione ottica.
La qualità del disegno è valorizzata dal raffinato abbinamento tra essenze di diversa tonalità cromatica che conferiscono all’insieme un aspetto armonico, fatto di piccoli contrasti e delicate sfumature. Una proposta dal design sobrio ma accattivante che, in virtù della sua qualità estetica si presta a una vasta possibilità di declinazione, sia come inserto ornamentale sia per la realizzazione di intere pavimentazioni.

Listone Giordano: le geometrie del legno

[pp_gallery gallery_id=”10640″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

La linea Natural Genius di Listone Giordano è dedicata all’interpretazione contemporanea dei pavimenti in legno. Alcuni tra i più innovativi architetti e designer sono stati invitati a sperimentare le loro intuizioni e a proporre nuove soluzioni materiche e formali.
La serie Slide, firmata da Daniele Lago, concretizza un’idea semplice ma ancora del tutto inedita: dare la possibilità al cliente o al designer di progettare la geometria del proprio pavimento. Per questo il tradizionale pannello rettangolare è stato sostituito da tre moduli a forma di trapezio che, accostati liberamente, danno vita a una molteplicità di configurazioni creative. Il risultato è una composizione destrutturata che conferisce al pavimento asimmetrie di spiccato dinamismo. La lastra, realizzata in rovere, è disponibile nelle finiture Avana, Avorio, Tortora e Testa di Moro.

Cadorin: preziose sfumature

[pp_gallery gallery_id=”10642″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Listoni Oro è la collezione più preziosa del catalogo Cadorin, azienda trevigiana con quasi un secolo di storia, dedita alla produzione di pavimenti e rivestimenti in legno. Un parquet in tavolato con listoni di grande formato, rifinito con trattamenti superficiali che creano una base idonea all’applicazione di foglie in oro, argento e rame. Il modello con foglia d’argento su fondo nero è realizzato in Rovere Select Europeo, una specie legnosa particolarmente apprezzata per la bellezza delle due venature. La qualità della superficie viene inoltre enfatizzata da un trattamento di raschiatura con sega a nastro di falegnameria.
L’applicazione della foglia d’argento protetta a vernice dona al listone affascinanti giochi di riflessi che mutano al variare del punto di vista ed evidenziano sia le tessiture superficiali sia il disegno delle fiamme e delle venature del legno.

Bauwerk: parquet a tinte forti

[pp_gallery gallery_id=”10644″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Nata nel 1935 a Zurigo, Bauwerk è un’azienda che produce pavimenti in legno proveniente da regioni europee con ricrescite certificate e da foreste gestite in maniera ecosostenibile. Vintage Edition Bauwerk porta tutta la vivacità del colore nel mondo del parquet. Disegnata dalla stilista svizzera Virginia Maissen, la collezione prevede tavole di 11 diverse tonalitá.
Le varie tinte sono impresse sui listelli in rovere tramite un procedimento a sublimazione che ne consente la rimozione con una normale operazione di lamatura della superficie. Bauwerk Vintage Edition si distingue inoltre per la cospicua possibilità di combinazioni di posa (2047) che possono essere visualizzate anche su tablet e smartphone mediante l’applicazione dedicata.

Kerakoll: stile industrial

[pp_gallery gallery_id=”10646″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Kerakoll Design House è il nuovo progetto di materiali e colori per l’interior design curato da Piero Lissoni.
I pavimenti Legno+Color® si ispirano ai parquet della tradizione artigiana e sono realizzati esclusivamente con tagli di rovere di Slavonia, una materia prima che garantisce stabilità, resistenza e un miglior adattamento alle variazioni di umidità. La texture superficiale è realizzata con un procedimento combinato di lamatura, seghettatura e semi-piallatura manuale che rende ogni listello unico e inimitabile. Disponibile in tre formati, il parquet stato progettato per essere colorato e protetto in opera con una microresina di nuova generazione. L’effetto finale è quello di un pavimento continuo che enfatizza lo schema di posa e la qualità di ogni singolo pezzo.

Parital: creatività su misura

[pp_gallery gallery_id=”10648″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

L’originale proposta Parital che, sfruttando la stampa in nanotecnologia garantisce la possibilità di realizzare ogni possibile personalizzazione e, proprio come in un tatuaggio, di applicare il disegno desiderato direttamente sul parquet. In questo modo il pavimento diventa un elemento decorativo estremamente appariscente e originale, in grado di conferire un’identità esclusiva agli ambienti. I motivi decorativi vengono applicati su listoni prefiniti monoplancia, composti da due strati con supporto di betulla e smussatura sui quattro lati. Come tutti i prodotti Parital anche le tavole della collezione Tatoo hanno le caratteristiche tecniche e strutturali idonee alla posa su pavimenti riscaldati. Una soluzione che coniuga tecnica ed estetica per una scelta di estro e personalità.

IPF Parquet: decori di charme

[pp_gallery gallery_id=”10650″ width=”120″ height=”120″ columns=”5″]

Con Ipf Plus l’azienda marchigiana introduce nella propria offerta una collezione di pavimenti in legno dal carattere deciso, originali per design e accostamenti cromatici. Una serie in grado di rispondere alle esigenze della clientela più glamour e aggiornata sulle ultime tendenze del design e dell’interior decoration. Ipf Plus è un parquet prefinito bisellato, spazzolato e decorato a mano, rifinito con un trattamento superficiale ad effetto cera. In questo modo il pavimento diventa protagonista dello spazio, conferendo atmosfera, calore, originalità.
Il modello Euclide, in Rovere Chamba, è caratterizzato dal forte contrasto tra il fondo nero e la striatura di colore argento. Una soluzione decorativa di sapore etnico, ideale per personalizzare ambienti contemporanei senza rinunciare al naturale fascino del legno.

[/tab]

[/tabs]