Cersaie 2017: Scavolini presenta Diesel Open Workshop

La collezione bagno di Diesel Open Workshop
La collezione bagno di Diesel Open Workshop

Diesel Open Workshop: è Scavolini per Cersaie

L’edizione di Cersaie 2017 si avvicina: dal 25 al 29 Settembre ci sarà anche Scavolini, con Diesel Open Workshop.

Dopo l’enorme successo dell’anno scorso, la storica azienda di Pesaro ha presentato il suo progetto. Si tratta di uno stand di oltre 400 mq dove verranno esposte le novità riguardanti la zona bagno, il living e la cucina. L’obiettivo di Scavolini sembra, dunque, quello di rifare un total look alla casa.

L’esposizione è stata strutturata in modo da rappresentare i valori che hanno reso Scavolini l’azienda leader del settore: la qualità del made in Italy e il design espresso con grande libertà compositiva.

Scopri lo stand di Cersaie

Nello stand saranno presenti anche alcune delle collezioni best-seller e delle ultime novità. Tra questi ci sono i programmi dedicati al bagno: Baltimora, Rivo, Magnifica, Aquo, Idro e Laundry Space. A questi sistemi si aggiungono Qi e Diesel Open Workshop, presenti anche nella versione cucina.

È la prima volta, infatti, che Scavolini e Diesel collaborano per l’ambiente bagno: l’ispirazione è chiaramente industrial, ma declinata con un approccio caldo. Il metallo è l’elemento primario della collezione, che si ritrova anche nel sistema componibile di scaffalature.

Il programma Diesel Open Workshop è proposto in tre configurazioni di materiali e nuance – per ante, profili, piani e vetri. Rappresentano le tre anime versatili del progetto e raccontano le possibili sfaccettature di questo modello dal forte carattere.

Così infatti osserva Fabiana Scavolini:

“Osservando le ultime evoluzioni del concetto di abitare, la fluidità tra gli spazi e la sempre maggiore commistione tra gli ambienti domestici sono i trend più importanti ai quali stiamo assistendo. Una tendenza che coinvolge anche la stanza da bagno, che negli ultimi anni si è sempre più imposta come spazio da vivere a 360. In esso stanno iniziando a confluire elementi tradizionalmente appartenenti ad altre aree della casa, con contaminazioni di materiali, design, stili e colori”.