PROFILI TAPPETI

L’offerta di Fabio Morandi è ricchissima: dai caucasici antichi (i più ricercati dai collezionisti), ai turchi e turcomanni antichi, ai persiani antichi, vecchi e nuovi, ai kilim, ai tappeti moderni fino ai patchwork. “Sono orgogliosamente italiano”, dice Morandi, ”e propongo lo stile italiano per il tappeto persiano”. moranditappeti.it
TESTO DI FRANCO NICCOLI

Emozione e passione per scegliere la qualità

Quella di Fabio Morandi più che una professione è una filosofia di vita e la sua passione per i tappeti non la nasconde e la vuole condividere: “Uso spesso l’espressione ‘sentire il tappeto’ che per me significa l’emozione che è in grado di trasmettere. Non è semplicemente un oggetto d’arredo, è molto di più, è uno spazio concettuale”. E aggiunge: “Non ho mai acquistato semplicemente per vendere ma perché ho creduto nello stile e nella classe di quel determinato tappeto”. Se il suo approccio, che è alla base della sua scelta di vita, è sicuramente di tipo estetico ed emozionale, Morandi ha dalla sua parte una lunga esperienza: ha iniziato la sua attività negli anni 90 con un punto vendita a Crema, poi ha ridato vita al negozio storico di famiglia a Castelvetro Piacentino, dove ha realizzato un laboratorio di restauro con manodopera specializzata turca e infine ha aperto a Parma. Il suo obiettivo è dare un servizio ai massimi livelli: “Voglio offrire fiducia e sicurezza, dando le massime garanzie e assoluta trasparenza”. Sul suo sito si trovano risposte a tanti quesiti, con un blog (tappeti-blog.it) che offre consulenza, informazioni e notizie. “Ho anche un sito strutturato come un libro (tappeti-persiani.it), che non è commerciale ma serve a diffondere la passione per il tappeto”.