Paul Bernier Architecte, uno chalet in Canada

Lo chalet di Paul Bernier Architecte a Oka
Vista frontale dello chalet © Raphaël Thibodeau

Lo studio Paul Bernier Architecte ha progettato uno chalet sul Lac des Deux-Montagnes a Oka, in Québec. I proprietari di questo chalet sono amanti della vela e dell’aria aperta e inizialmente avevano acquistato il terreno in questa zona rinomata appunto per il suo club di vela e il suo eccezionale specchio d’acqua.

Il progetto di Paul Bernier Architecte

Paul Bernier Architecte
© Raphaël Thibodeau

Il sito in cui è ubicato lo chalet presentava una grande sfida. Un’area molto piccola della proprietà si trovava al di fuori della linea di inondazione dei 100 anni, che deve essere mantenuta intatta per rispettare le norme urbanistiche del luogo.

I clienti e l’architetto hanno interpretato questo problema come una sfida interessante. Il perimetro definito dalla linea di inondazione e dai suoi vari arretramenti hanno determinato l’impronta dell’edificio conferendogli la sua forma particolare. Il cottage doveva essere piccolo, ma ottimizzato secondo le esigenze dei clienti e le caratteristiche del sito. Lo studio Paul Bernier Architecte ha concepito lo chalet come una scatola di legno protetta da un grande tetto bianco, che a sua volta sostiene un volume ellittico: il risultato è una costruzione che suggerisce la forma di una barca che avanza verso il lago. All’interno, la camera da letto principale occupa la prua di questa barca, con la sua serie di colonne d’acciaio che sostengono il tetto e offrono una vista sul lago e sul tramonto.

© Raphaël Thibodeau

I proprietari di casa hanno soprannominato il cottage “Le bateau dans les arbres” (la barca tra gli alberi). Visto dalla tranquilla strada di fronte alla proprietà, la forma insolita dello chalet incuriosisce i passanti e anima il quartiere.

Nella parte frontale, al piano terra, una grande finestra rivestita di doghe di cedro distanziate conferisce alla facciata un effetto semi-trasparente, proteggendo la privacy. I grandi pannelli scorrevoli consentono agli occupanti di aprire o chiudere la facciata rivolta verso la strada. In posizione aperta, un pannello scorrevole fornisce anche la privacy alla veranda che si affaccia sul lago.

Paul Bernier Architecte
© Raphaël Thibodeau

Sul retro, una grande finestra apre gli spazi abitativi del piano terra alla spiaggia e alla vista del lago. In estate, quando le porte scorrevoli sono aperte, il vento soffia attraverso i veli delle finestre, dando la sensazione di navigare sul lago.

© Raphaël Thibodeau

Il minimalismo nel suo aspetto e nei suoi spazi, la sua apertura verso l’esterno, così come i suoi robusti pavimenti in cemento, conferiscono all’edificio una semplicità tipica della vita in cottage. La sera, ci si riunisce attorno al camino come si farebbe all’esterno attorno a un falò.

Il grande tetto

© Raphaël Thibodeau

Il grande tetto bianco, sostenuto da sottili pali d’acciaio verniciato, si estende bene sulla parte anteriore, laterale e posteriore, proteggendo l’interno dal surriscaldamento. Crea inoltre una grande veranda coperta al riparo dalla pioggia e protegge una terrazza sul retro che sporge sulla terra come un molo sul lago. Questo tetto è coperto da un tetto verde e da una terrazza accessibile dalla camera da letto principale, che offre una vista sul lago.

Paul Bernier Architect

Paul Bernier Architect è uno studio di architettura contemporanea fondato a Montreal nel 1999. Il lavoro dello studio è caratterizzato da un’enfasi sulla luce naturale e da un approccio inventivo e contemporaneo al trattamento dello spazio. Presta anche molta attenzione alla selezione e all’assemblaggio dei materiali. L’attenzione al dettaglio è il cuore della pratica del design dello studio.