Orchidea Phalaenopsis, fioritura per un anno intero

Ibrido di Phalaenopsis @Maja Dumat

Se c’è una pianta esotica riconoscibile, questa è proprio l’orchidea Phalaenopsis. Venduta  in ogni supermercato, presente a migliaia persino in famose catene, è facile da coltivare e con poche attenzioni regalerà diverse fioriture in un anno.

Genere Phalaenopsis

Il termine Phalaenopsis deriva dalle parole greche “phalaina” e “opsis” che significano rispettivamente falena ed aspetto. È stato il botanico svedese Carlo Linneo intorno al 1753 a notare la somiglianza tra i fiori e le particolari falene che volavano intorno alle piante. Anche nella lingua inglese e in quella tedesca vengono chiamate comunemente “Moth Orchid” e “Nachtfalter Orchidee” cioè orchidea falena.

Pianta

Provenienti dalle foreste pluviali tropicali del sud-est asiatico furono menzionate per la prima volta intorno al 1704 ed i primi ibridi selezionati già dal 1886 in Inghilterra. Si conta che, ad oggi, siano stati registrati più di 25.000 ibridi ed ogni anno se ne aggiungono diverse nuove centinaia. Sul mercato si possono trovare con fiori striati, maculati o dal colore pieno, con nuance che vanno dal bianco, rosa, rosso, viola fino al giallo o arancione. I fiori durano anche un mese ed in condizioni ottimali le fioriture possono protrarsi per molto più tempo.

Le migliaia di ibridi che si trovano sul mercato si possono dividere in tre grandi gruppi: a fiore grande, multiflora e profumati.

Per molti è una grande sorpresa trovarsi di fronte a orchidee tanto profumate come la Phalaenopsis violacea, che profuma di cannella, o la Phalaenopsis bellina, che ha un delizioso aroma di mughetto, oppure la Phalaenopsis amboinensis che emana un odore simile al muschio o la Phalaenopsis lueddemanniana dal profumo di lillà. 

Le Phalaenopsis a fiore grande e quelle multiflora sono molto simili quest’ultima. Presentano però colori più brillanti, strisce o arrossamenti ed una dimensione maggiore. Le foglie sono compatte, di un bel verde acceso nella parte superiore e viola in quella inferiore. Derivando da ibridazioni relativamente recenti può capitare che i fiori crescano in modo più disordinato rispetto ad ibridi più stabili.

Nonostante le grandi differenze morfologiche, le modalità di coltivazione dei vari gruppi sono pressoché le stesse. In generale le Phalaenopsis tendono a crescere verso l’alto a causa della quasi assenza di germogli laterali. Le foglie possono essere più o meno coriacee e di forma, colore e dimensione che variano da specie a specie. Durante l’anno, solitamente, le due foglie più vecchie seccano e cadono, facendo posto ad altre due nuove che cresceranno dalla base. 

Temperatura

Queste orchidee sono molto facili da coltivare, in quanto la temperatura domestica è perfetta, soprattutto se durante la notte fa più fresco. Il fabbisogno di questa pianta, infatti, vai dai 18°C-29°C di giorno e ai 16°C-18°C nelle notti invernali. 

Esposizione

Un indice di corretta illuminazione è la colorazione delle foglie, che non deve essere verde scuro o troppo chiaro, ma bensì avvicinarsi al verde prato. Durante lo sviluppo dei boccioli, è opportuno non spostare eccessivamente la pianta. Infatti i cambiamenti di direzione della luce porterebbero ad uno sviluppo errato del fiore, non in asse con lo stelo o con agli altri fiori presenti.

Nel caso si dovesse spostare la pianta, per esempio per l’irrigazione settimanale, è utile contrassegnare la posizione iniziale per poterla poi ricollocare esattamente nel punto indicato.  Questa caratteristica di sensibilità alla direzione della luce non è soltanto della Phalaenopsis ma anche di quasi tutte le specie che portano i fiori su steli lunghi.

Rinvaso

È importante rinvasare ogni anno con mix di substrato specifico per orchidee, affinché le radici possano crescere in modo ottimale.

Potature

Non bisogna accorciare lo stelo di un’orchidea Phalaenopsis se questo presenta l’apice verde, perché che la fioritura potrebbe continuare. Quando questa terminerà, sarà possibile tagliare lo stelo fin sopra la seconda gemma partendo dal basso per consentire la ripresa della fioritura. Se questo non dovesse avvenire e siamo sicuri che la luce a disposizioni sia ottimale, sarà necessario porre la pianta ad una temperatura di 10°C per due settimane e questo invoglierà la produzione di fiori. 

Specie più comuni

Phalaenopsis amabilis

È un’orchidea caratterizzata da foglie carnose e coriacee, allungate, di un colore verde lucido. Il fiore è grande circa 10 cm ed è posto, insieme a pochi altri, su un lungo stelo, i petali e i sepali sono triangolari di colore bianco mentre il labello (petalo centrale) è spesso giallo o arancione a volte screziato di rosso con una forma particolare e molto caratteristica. È il fiore nazionale dell’Indonesia

orchidea Phalaenopsis amabilis
Phalaenopsis amabilis @Alvin Kho

Phalaenopsis aphrodite

è molto simile per forma e colori alla Phalaenopsis amabilis presenta, però, fiori leggermente più piccoli ed in maggiore quantità. Caratteristiche le striature viola interne al labello.

orchidea Phalaenopsis aphrodite
Orchidea Phalaenopsis aphrodite @Sunoochi

Phalaenopsis schilleriana

Le foglie sono allungate e carnose, presentano screziature longitudinali sui toni del verde scuro ma a volte anche argentate. I fiori sono portati su lunghi steli e possono essere in gran numero. I petali e i sepali sono rosa ed il labello presenta maculature scure. Ama l’ombra e necessita di umidità. Presenta infiorescenze cadenti per cui è necessario tenere il vaso lontano dal terreno.

orchidea Phalaenopsis schilleriana
Phalaenopsis schilleriana @Maja Dumat

Phalaenopsis fasciata

Sono piante di piccole dimensioni con foglie ellittiche leggermente carenate. I fiori sono numerosi e piccoli, di circa 5 cm, posti su un lungo stelo ricadente ed emanano un profumo simile a quelle delle rose. Sepali e petali sono molto allungati, quasi triangolari e presentano una colorazione di solito gialla con maculature a strisce marroni. Il modo migliore per coltivare questa specie è appenderla in alto, per godere appieno delle infiorescenze allungate.

orchidea Phalaenopsis fasciata
Phalaenopsis fasciata @Bjorn S…

Phalaenopsis bellina

È un’orchidea di piccole dimensioni, con fusto corto e foglie larghe di colore verde chiaro. Gli steli non sono molto lunghi e portano due o tre fiori di circa 5 cm di grandezza. Petali e sepali sono di colore verde molto chiaro, con sfumature viola nella parte in cui convergono. Il profumo dei fiori è molto persistente e ricorda il mughetto o gli agrumi.

Orchidea Phalaenopsis bellina
Orchidea Phalaenopsis-bellina @[email protected]

Phalaenopsis violacea

È molto simile a Phalaenopsis bellina anche se si presenta più piccola. I fiori sono quasi completamente viola ed emanano un forte profumo di cannella. Questa specie richiede ombra e alta umidità, perciò non bisogna lasciare mai asciugare il terreno completamente.

orchidea Phalaenopsis violacea
Phalaenopsis violacea @Felix

https://www.villegiardini.it/orchidee-un-lusso-alla-portata-ditutti/