Menù di Natale: la mousse al cioccolato fondente del Ristorante Frescobaldi

Un locale chic e di lusso, con ambienti retrò, caldi e accoglienti: ha appena aperto nella suggestiva cornice di Piazza della Signoria il Ristorante Frescobaldi Firenze: un connubio perfetto tra la buona cucina toscana di qualità e i vini Frescobaldi. Il menù è caratterizzato da carne e pesce, pasta e pane fatti in casa, ricette storiche della famiglia rivisitate, con una forte attenzione alla tradizione toscana, alle materie prime e alla valorizzazione dei prodotti stagionali e del territorio. Il tutto abbinato a una carta dei vini che annovera etichette delle Tenute Frescobaldi e una selezione di quelle provenienti dalle migliori cantine italiane.

 

Lo chef Roberto Reatini propone una cucina toscana con un tocco di contemporaneità.

Un giovane ma talentuoso chef italiano nato a Frosinone: ha studiato alla scuola alberghiera di Fiuggi e dopo qualche breve esperienza italiana si è trasferito a Londra.  Nel 2009 ha lavorato al Ristorante Zafferano, contribuendo a mantenere per 4 anni la Stella Michelin. A fianco dello Chef Andy Needham, Roberto ha cominciato a raffinare la sua cucina e ad arricchirla di una mano internazionale. Successivamente ha lavorato 2 anni e mezzo da Shoreditch House, come Senior Sous Chef di Michele Nargi. Durante questa esperienza, ha avuto la possibilità di cucinare per alcuni Gala importanti, soprattutto negli Stati Uniti e di cimentarsi anche nell’organizzazione di più di 50 Sous Chef. Nel 2014 la grande occasione: lanciare il nuovo Ristorante Frescobaldi a Londra che lascerà dopo tre anni di fiorente attività, per aprire a Firenze il Ristorante sempre a marchio Frescobaldi, e guidare una brigata di 8 persone con una media di 25 anni di età. Si definisce uno chef autodidatta che ama improvvisare in cucina. Dalla nonna ha ereditato la passione per la pasta fresca e il pane fatto in casa. La raffinatezza e la ricchezza della cucina verso una vague più contemporanea e sperimentale, è nata grazie alle esperienze internazionali ed al confronto. Ha inoltre avuto l’occasione di cucinare come Chef privato per personalità importanti come il Direttore del New York Times e l’Ambasciatore Russo in Gran Bretagna.

Solo per i lettori di VilleGiardini, la ricetta della Mousse al Cioccolato Fondente con Cantucci di Prato

150g cioccolato fondente, 2 uova, 50g laudemio, 90g zucchero, cantuccini di prato

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, fare intiepidire e aggiungere a filo l’olio in una planetaria. Montare le chiare a neve e poi i tuorli con lo zucchero. Quando saranno ben spumosi aggiungere il cioccolato e poi le chiare montate e mettere in composto in delle coppette o bicchierini. Coprire con Cantuccini di Prato tritati e mettere in frigo. Prima di servire, spolverare di zucchero a velo e decorare con mentuccia e cantuccino intero.