Luceplan sceglie la Stockholm Furniture and Light Fair per presentare la nuova Lita

Luceplan alla Stockholm Furniture and Light Fair
Lita - design David Dolcini

È la Stockholm Furniture & Light Fair, in corso proprio in questi giorni fino al 10 febbraio, il palcoscenico scelto da Luceplan per presentare in anteprima mondiale Lita, l’ultima creazione di David Dolcini. Allo stand A10:11 della fiera internazionale più importante del nord Europa e punto d’incontro per tutti gli appassionati di lighting design, in scena non solo le novità dell’azienda ma i prodotti più iconici già conosciuti dal pubblico.

Esordio mondiale per Lita di David Dolcini

Tra le proposte decorative esposte in fiera, spicca Lita, di David Dolcini, al suo esordio mondiale. Appartenente alla famiglia di lampade di casa Luceplan estremamente versatili, è frutto di un delicato processo progettuale che mescola iconografie, segni, texture geometriche e materiali naturali. Il diffusore in vetro soffiato opalino – la cui superficie è scandita dalla ripetizione di lievi cuspidi verticali che svaniscono ai poli – si sposa con la struttura in legno o in alluminio verniciato bianco, rendendo Lita un prodotto dalla forte componente materica. Ne risulta una collezione dall’elegante semplicità che comprende soluzioni da tavolo, terra, sospensione, parete/plafone.

Le icone di Luceplan

Per la vetrina nordica non potevano mancare icone e manifesti già noti e ben apprezzati da operatori del settori e privati. Tra questi vi è Costanza di Paolo Rizzato che approda a Stoccolma nella nuova finitura color ottone in tre versioni: da terra, da tavolo e la piccola Costanzina. All’appello non potevano mancare le poetiche creazioni di Daniel Rybakken: Amisol, Counterbalance, Ascent, Stochastic e la famiglia Compendium confermano la proficua sinergia tra l’azienda e il designer norvegese, straordinario interprete della visione Luceplan grazie alla capacità di condensare ricerca tecnologica e natura scenografica. Infine, Francisco Gomez Paz affina il processo di integrazione della luce nel contest o architetturale con Ivy, lampada a parete le cui lamine in rame leggermente piegate acquistano volume tridimensionale, con un effetto che ricorda un aggregato di foglie luminose, indipendenti ma complementari.

La vetrina di Stoccolma

Anche per quest’anno Luceplan conferma la sua presenza alla Stockholm Furniture & Light Fair, dando sempre più importanza e valenza strategica al mercato nordeuropeo, nel quale è presente con una rete capillare di rivenditori. Combinando tecnologia, estetica e funzionalità, gli oggetti Luceplan si adattano all’ambiente domestico quanto al segmento contract , grazie a una matrice progettuale che sa essere decorativa o architetturale, orientarsi al comfort acustico o aprirsi all’Internet of things a seconda delle necessità.

 

Dopo la laurea in Cultura e Storia del Sistema Editoriale, mi sono specializzata in comunicazione digitale. Al momento lavoro nel settore del design per vari clienti, ma non mancano incursioni nel beauty, nel lifestyle e nei viaggi.