Imparare leggendo: L’invenzione della natura di Wulf

L'invenzione della natura di Wulf
L'invenzione della natura di Wulf

Andrea Wulf alla scoperta dell’invenzione della natura

Se c’è un libro che non può mancare nella tua libreria è L’invenzione della natura di Andrea Wulf edito Luiss University Press.

Vi si raccontano Le avventure di Alexander von Humboldt, l’eroe perduto della scienza: uno dei personaggi più affascinanti del suo tempo, tale da essere descritto dai suoi contemporanei come “l’uomo più famoso al mondo, dopo Napoleone”.

Chi era Alexander von Humboldt?

I suoi viaggi di fine Settecento, infatti, hanno segnato la storia dell’evoluzione delle scienze naturali e della botanica. Un carattere spesso stravagante ma intelligente l’ha spinto a diventare un vero e proprio eroe della scienza, una sorta di ecologista prima dei tempi che ispirò Darwin e che Thomas Jefferson definì “tra i principali artefici della bellezza”.

La famosa storica Wulf restituisce con tratti delicati e competenti una biografia vissuta e autentica del naturalista tedesco: per anni, infatti, ha percorso le sue stesse rotte e ha scalato le stesse montagne, vivendo in definitiva le esperienze che fecero di Humboldt il genio della natura che oggi apprezziamo.

E non solo: il testo affronta con piglio critico la storia della trasformazione del mondo e di come esso viene percepito dall’uomo. Non a caso l’immensa Joyce Carol Oates ha definito questo libro come la “democratizzazione della scienza”, che è già tradotto in 21 lingue e finalmente arriva in Italia.

Imperdibile, no?

A volte maelström, a volte quieta sognatrice. Lettrice da una vita, lavoro nel mondo della musica ma sogno quello dell’editoria. Ognuno coi suoi tarli.