Guilin Lebei Homestay Hotel si fonde con la natura

Guilin Lebei Homestay Hotel
Photo credit: Runzi Zhu

Il Guilin Lebei Homestay Hotel si trova a Guilin, Cina, ed è un progetto commissionato dalla catena Homestay allo studio di architettura AOE. La città è una vivace località turistica, dal clima piacevole e mite, situata nel nord-est della regione del Guangxi e attraversata da un piccolo fiume, vicino al quale è stato costruito l’hotel. L’idea del progetto di questo albergo era regalare al cliente un’esperienza totalizzante con la natura, che sottolineasse l’importanza e la necessità del dialogo tra architettura, design e natura.

Guilin Lebei Homestay Hotel, il progetto

Guilin Lebei Homestay Hotel
Photo credit:  

La storia dell’hotel ricorda antichi rifugi sugli alberi, involucri per proteggersi dai pericoli esterni, con la possibilità di spaziare tutto attorno con lo sguardo. Da qui nasce il concept del progetto: permettere ai visitatori di instaurare una stretta relazione con la natura. Dalle finestre delle stanze è possibile ammirare da vicino le cime di alberi lussureggianti, ricevendo l’impressione di fluttuare attraverso una giungla.

Guilin Lebei Homestay Hotel
Photo credit: Runzi Zhu

L’hotel è composto da 13 unità soprelevate, di diversa forma e grandezza. Nelle più piccole, le stanze sono al primo piano, mentre il secondo, dalla forma triangolare, viene usato come spazio gioco per i bambini. Nelle altre tipologie di appartamenti, al primo si trovano gli spazi comuni e la camera da letto per gli adulti, al secondo quella per i più piccoli.

Photo credit: Runzi Zhu

Tutto il complesso ha una cifra giocosa e interattiva. Le singole unità che compongono il Guilin Lebei Homestay Hotel sono connesse da una passerella creata con assi di legno. Questo percorso è dotato di scivoli, imbragature e altre strutture di intrattenimento per adulti e bambini ed è collegato verticalmente al giardino del piano terra.

La sopraelevazione delle passerelle è una scelta dello studio e permette di sfruttare al massimo il terreno, riducendo al contempo l’impatto ambientale della costruzione. Rialzando gli edifici, si è creato un vasto giardino sottostante. Al riparo degli alberi e delle strutture abitative, in estate il giardino regala uno spazio fresco e confortevole.

Photo credit: Runzi Zhu

I leggeri sentieri aerei permettono di raggiungere i vari livelli dell’hotel e sono dotati di piattaforme per poter sostare ad ammirare il paesaggio e godere dell’effetto rilassante di una vera e propria immersione nella natura circostante.

Guilin Lebei Homestay Hotel
Photo credit: Runzi Zhu

Ogni edificio è sormontato da tetti a falde ripide o versioni curve di essi, rivestiti con legno o paglia artificiale, materiali che donano un’estetica naturale. Le facciate risultano cosi di una forma ellittica che da l’impressione di un disegno infantile.

Photo credit: Runzi Zhu

In sostanza, tutto il progetto tende a dimostrare quanto l’uomo abbia il bisogno di una riconnessione con la Natura e di uno spazio meno artificioso in cui vivere.

Photo credit: Runzi Zhu