Edilpiù, Una villa in sintonia con la natura

Edilpiù ha partecipato alla realizzazione di una tra le prime “passive house” in Italia. Un edificio ecosostenibile, che produce più energia di quella che consuma

The Shell Passivehouse vista dal giardino. La dimora è immersa nella quiete di una zona residenziale alle porte di Forlì. Il vasto perimetro del patio culmina in un’ampia finestra da cui fuoriesce un albero, che simboleggia la simbiosi tra l’edificio e la natura che lo circonda

Edilpiù è un’azienda di Lugo, in provincia di Ravenna, da oltre 40 anni specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni per l’architettura come serramenti, infissi, dehor e chiusure per indoor – outdoor. 

L’obiettivo di Gian Paolo Bacchini, il fondatore, e del suo team di oltre 60 professionisti, è quello di coniugare sicurezza e design per migliorare la qualità di ambienti residenziali e lavorativi, grazie a un attento lavoro di ricerca su tecnologie e materiali. Tra le prime realtà italiane a ottenere la certificazione ift Rosenheim per la posa in opera di finestre, facciate, porte, portoni, vetri e materiali da costruzione, la filosofia di Edilpiù è orientata verso una particolare attenzione al tema dell’abitare sostenibile e dell’efficienza energetica. Per farlo privilegia materiali ad alto isolamento termico e acustico, sicuri per chi li abita e sostenibili per gli equilibri ambientali. 

Lo schermo solare in legno che avvolge l’intero perimetro di The Shell Passivehouse. L’immagine evidenzia il gioco tra luci e ombre che varia in base alla radiazione solare e all’ora del giorno

Un impegno che è valso l’inserimento nella sezione “Architetture Made in Italy” del Padiglione Italia della XIII Biennale di Architettura di Venezia. Dal 2020 Edilpiù è attiva nella realizzazione di “passive house”, abitazioni a emissioni negative, capaci, cioè, di produrre più energia di quella che consumano. Tra queste, “The Shell Passivehouse”, una tra le prime in Italia e in Europa su un aggregato edilizio esistente. Un progetto ecosostenibile ed esteticamente ricercato, realizzato nel 2020 a Forlì su progetto di Piraccini+Potente Architettura. Grazie alle particolari soluzioni adottate, la dimora non è dotata di impianto di riscaldamento attivo, in quanto la giusta temperatura è garantita da fonti energetiche naturali: radiazioni solari, calore del corpo umano e quello prodotto dagli elettrodomestici. L’unico impianto installato è un sistema di ventilazione per espellere l’aria viziata e immettere dall’esterno quella fresca. 

Il retro della villa, dove l’elemento cromatico prevalente è il grigio-beige caratteristico delle sabbie di arenaria del Cesenate, richiamato dagli elementi in pietra che caratterizzano le soglie

Queste performance sono state rese possibili grazie a uno schermo solare in listelli di legno che avvolge l’edificio e sfrutta la diversa inclinazione del sole nell’arco delle stagioni. In inverno, i raggi penetrano attraverso le finestre riscaldando naturalmente gli ambienti interni, mentre durante l’estate la forte inclinazione della radiazione solare viene respinta, evitando così il surriscaldamento. L’involucro della villa è stato inoltre progettato integrando materiali isolanti con sistemi in grado di garantire la tenuta all’aria e il controllo dei ponti termici.  edilpiu.eu