Design Outdoor Taste, l’outdoor living raccontato in quattro ambientazioni

Al Fuorisalone, dal 5 al 10 settembre 2021, l’arredo living per esterni è stato il protagonista di un allestimento immerso in una natura rigogliosa che ha trasformato il sagrato e il chiostro della chiesa di San Marco a Brera in un’oasi di verde, bellezza e convivialità. La piazza antistante la basilica è stata trasformata in un urban garden dove i principali espositori di marchi leader dell’outdoor design hanno creato ambientazioni all’aperto legate al tema del viaggio.

L’obbiettivo finale è stato dare risalto alle aziende produttrici di arredi dedicati al mondo outdoor. Pavimentazioni, coperture, tessuti, accessori e molto altro, hanno dialogato con la natura, creando una piazza verde e offrendo spunti progettuali per giardini e terrazze. L’area era multifunzionale e ha dato spazio anche a musica, cultura, food, convivialità, lounge bar.

Design Outdoor Taste 2021

La IV edizione del Design Outdoor Taste, chiamato anche dOT, ha avuto come filo conduttore il tema del viaggio. Questo fil rouge si è declianato in una pluralità di ambientazioni, dalle spiagge agli angoli country chic, dagli scorci montani alle terrazze cittadine. L’organizzatore dell’evento, lo Studio VG, ha realizzato quattro ambientazioni d’eccezione unendo arredi selezionati delle aziende espositrici.
Una passeggiata tra micro paesaggi mutevoli, strutture per l’accoglienza e gazebo relax, camminamenti e coperture, luci e salotti open-air, complementi d’arredo e degustazioni.

Design Outdoor Taste

Le ambientazioni legate al mare, alla montagna, alla campagna e alla città sono state realizzate tramite l’utilizzo di arredi e piante, alberi e arbusti selezionati in base alle esigenze specifiche. Per il giardino urbano sono stati scelti Acer campestre, Olea europaea ‘Cipressino’ (olivo dal portamento eretto), abeti, betulle, viti, Acer saccharinum,  Ginkgo biloba, magnolie, piante aromatiche, agrumi, olivi secolari, corbezzoli e palme.

Gli arredi protagonisti esposti spaziavano da vasi firmati da Philippe Starck, alle luci da Mario Cucinella, Michele De Lucchi, Adriana Lohmann ed Emanuel Gargano. Presenti anche gli imbottiti di Marco Piva, le sedute e i tavolini da Progetto CMR, i lettini da Marc Sadler, le sedute da Raffaella Mangiarotti, diRiccardo Giovannetti, gli arredi da Christophe Pillet, i pezzi di Garth Roberts, i vasi di Patricia Urquiola, il bancone di Andrea Mancuso.

L’area continuava nel chiostro della basilica, alla scoperta di saperi artigianali, dei materiali, dei processi progettuali e produttivi, con un palinsesto di  incontri con aziende e personaggi importanti nel mondo della progettazione per confrontarsi sulla visione del design e della progettazione.

Design Outdoor Taste ha regalato un ambiente magico e offerto soluzioni mirate e di alto livello per soddisfare le esigenze che si sono create con le nuove abitudini abitative, che hanno trasformato gli equilibri degli spazi domestici e hanno rimosso i confini tra esterno e interno.