Cosmogarden 2019: il successo della fiera dedicata all’orticoltura e al giardinaggio

La prima edizione di Cosmogarden, fiera dedicata al mondo dell’orticoltura e del giardinaggio che si è tenuta nello spazio espositivo del Brixia Forum di Brescia dal 6 al 8 aprile, si è presentata con una proposta ampia e trasversale, aperta ai privati e non esclusivamente agli operatori del settore. Presenti al taglio del nastro insieme a Mauro Grandi, ideatore della manifestazione, c’erano Emilio Del Bono, Sindaco del Comune di Brescia, Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi della Regione Lombardia e Giovanna Prandini, Presidente di Pro Brixia.

Cosmogarden – ha detto Mauro Grandi – è nata come fiera totalmente innovativa, in grado di offrire un programma ricco di eventi sia per appassionati che per operatori di settore, con un’ampia scelta di espositori da tutta Italia. A loro va il mio ringraziamento per aver accolto fin da subito e con grande entusiasmo la nostra nuova idea“.

Tre giorni di attualità, innovazione, progettazione e prospettive

Incontri e momenti di approfondimento si sono succeduti continuativamente, coinvolgendo professionisti del garden e del landscape design, per un totale di 75 appuntamenti.
“Mediterranea”, iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio ha portato alla scoperta, con la Presidente di Sezione Lombardia Flora Vallone, di “Nature-Based Solutions per la rigenerazione urbana”, con Alberta Cazzani dell’antica tradizione delle limonaie del Garda e i “Giardini d’agrumi”, con Massimo Semola di spazi not only green rispondendo alla domanda “Il giardino è sempre verde?” e con Massimiliano Tonielli di “Metodi, tecniche ed esempi di irrigazione consapevole”. Bonus Verde e incentivi per il recupero e la riqualificazione delle aree, tutela dell’ambiente, e servizi ecosistemici del verde sono stati trattati dallo Studio Boeri e da Francesco Ferrini. Seminari e workshop offerti, dal “Giardino Zen” a cura del vivaista Ezio Cammarata, al “verde edule ed ornamentale” di Daniela Romano, hanno destato la curiosità di tanti visitatori.

I vincitori del contest fotografico e della Coppa Cosmogarden

Il contest fotografico “Orto e giardino dentro e fuori casa”, in collaborazione con il Museo Nazionale della Fotografia di Brescia, la rivista internazionale Paysage Topscape e New Free Photo, ha premiato i migliori scatti di Roberto Serra (1° classificato), Riccardo Maffioli (2° classificato) e Armando Ferrari (3° classificato). La giuria del concorso, composta da Mauro Grandi e dal gruppo Area Fiera, Novella Cappelletti, direttrice di Topscape Paysage, Nada Forbici, Presidente di Assofloro Lombardia e Associazione Florovivaisti Bresciani, e Andrea Pellegatta, vicepresidente della Società Italiana di Arboricultura ha premiato l’Istituto Fondazione Enac Lombardia C.F.P. Canossa di Brescia con una realizzazione che ha dato nuova vita a materiali di recupero, dimostrando tutta la dedizione ed il talento di giovani promesse.

Una vetrina espositiva di 15.000 metri quadri

Di alto profilo gli oltre 200 espositori, in cui il made in Italy ha spaziato dal piacere del gusto per i cultori del food & wine a nuovi brevetti sui prodotti indoor & outdoor, sintesi di design, tecnologia, flessibilità e sostenibilità per un abitare contemporaneo rivolto consapevolmente al futuro. Vivaisti, garden center e costruttori del verde hanno espresso tutta la loro tradizione ed esperienza negli allestimenti, portando anche curiose varietà, come la pianta di arachide per coltivare in casa le noccioline, la rungia, pianta aromatica dal sapore di funghi o la luffa, i cui frutti possono essere utilizzati come spugna naturale vegetale. Non potevano mancare vivai specializzati in agrumi, ortaggi, aromatiche ed i bonsai per gli appassionati di preziosissimi micropaesaggi.

“Il Villaggio degli orti”, su iniziativa privata, è una nuova formula di Orti collettivi, con il patrocinio del Comune di San Zeno Naviglio e dei Vivai Volta, in cui è possibile affittare una parcella minima di 40 mq chiavi in mano, non solo con tutti i servizi necessari, ma con il supporto di corsi di formazione “all inclusive”. Spazio ai progettisti del verde con il temporary garden & atelier di Matiteverdi, per curiosi e cultori della progettazione e costruzione dei giardini. Cala così il sipario sulla prima edizione di Cosmogarden, che ha visto la presenza di oltre 16 mila visitatori, un importante risultato per una prima edizione che celebra l’autentica tradizione giardinistica del territorio compreso tra il lago di Garda e il Bergamasco.

 

Architetto e Socia Aiapp con specializzazione post laurea in Landscape Design svolge la libera professione. Ph.D. in Progetto e recupero architettonico urbano ed ambientale. Docente a contratto di Architettura del Paesaggio e Progettazione Architettonica presso il Politecnico di Milano.