Alla GAM di Milano va in scena l’arte

GAM e Hitchcock

A Milano fino al 26 febbraio 2017, all’interno della GAM insieme ad UBS è stato organizzato uno straordinario progetto espositivo, con una mostra evento:

La finestra sul cortile. Scorci di collezioni private.

 

Un’idea di Luca Massimo Barbero, che vuole omaggiare il collezionismo illuminato privato con una serie di opere provenienti dalle prestigiose raccolte private Panza e Berlingieri.

La chiara ispirazione cinematografica, ha l’intento di omaggiare la famosa pellicola di Hitchcock, attraverso una mostra fatta di inquadrature e singoli episodi che alla fine si riuniscono in un racconto di eccellenza creativa.

Parliamo di artisti come Dan Flavin, Richard Serra, Christo, i fratelli Jake Dinos Chapman. E poi Cady Noland, Rudolf Stingel, David Simpson. Autori contemporanei unici che si alternano con artisti come: Morandi, Picasso, Canova o Manet.

Tutte le stanze della Villa prendono parte a questo racconto: le sale, lo scalone, l’ingresso e il cortile. Proprio all’esterno è possibile ammirare prima grande opera, Adaptation di Arthur Duff, realizzata per animare la facciata con proiezioni laser.

Una mostra magica alla GAM da non perdere sia per la quantità di capolavori contemporanei che per le opere-gioiello di autori come Van Gogh, Cézanne o Gauguin.

 

 

Via

Fonte foto:

gam-milano.com