Capolavoro di bellezza sotterranea: è la fermata Toledo della metro di Napoli

A Napoli una delle stazioni della metro più belle d'Europa: è Toledo

Può una stazione della metropolitana essere un capolavoro, un piccolo museo sotterraneo capace di farsi guardare con occhi stupiti anche dagli habitué? Sì, se la stazione in questione è quella di Toledo della linea 1 di Napoli. Progettata dall’architetto catalano Oscar Tusquets Blanca e inaugurata nel 2012, accoglie lavori di numerosi artisti e si è aggiudicata il titolo di “più bella d’Europa” sia dal Daily Telegraph che dalla Cnn.

A Toledo il viaggio è nell’azzurro del mare

Entrare in questo museo sotterraneo – il cui biglietto è soltanto il costo della corsa del metro – vuol dire immergersi nei colori e nei simboli che caratterizzano la città di Napoli. Nella fermata Toledo, infatti, è l’azzurro del mare e del cielo a dominare. Un tuffo simbolico che, sebbene porti a oltre cinquanta metri sotto terra, non ha nulla a che vedere con gli inferi e le classiche atmosfere cupe.

Il merito di questo effetto è di Robert Wilson che con la sua galleria del mare, questo il nome dato all’ambiente, ha creato luogo psichedelico che oscilla tra il blu e il viola, completamente composto da mosaici a motivi marini che, grazie all’istallazione di due LED, rievoca il paesaggio marino riproducendo il continuo movimento delle onde. Una spettacolare scenografia che culla i viaggiatori.

A Napoli una delle stazioni della metro più belle d'Europa: è Toledo

Le altre opere della stazione di Napoli

L’arte sotterranea di Toledo non finisce qui. Scesi dal treno, due grandi mosaici dell’artista sudafricano William Kentridge decorano la fermata, richiamando la storia più antica dell’arte romana utilizzata anche a Pompei e a Ercolano.

Uscendo dalla stazione metropolitana, un lungo corridoio è decorato con le fotografie scattate da Oliviero Toscani per la sua iniziativa Razza Umana/Italia. Le fotografie raffigurano i volti dei cittadini napoletani che hanno voluto partecipare all’iniziativa decidendo di posare per il famoso fotografo.

I premi ricevuti

Oltre al suo valore artistico, la stazione è stata premiata per la tecnologia innovativa utilizzata nelle realizzazione del profondo scavo e per la riqualificazione del territorio nella storica zona dei Quartieri Spagnoli, la pedonalizzazione della zona circostante e le nuove aree verdi sono solo alcuni dei benefici apportati alla fermata della linea 1.

Inoltre, nel nel 2013 si è aggiudicata l’Emirates Leaf International Award come Public Building of the Year e successivamente il premio ITA – International Tunnelling Association, ovvero l’Oscar delle opere in sotterraneo.

Il progetto de “Le stazioni dell’arte”

Toledo rientra nel progetto de “Le stazioni dell’arte”. A comporlo quindici fermate della metropolitana napoletana accomunate dal voler donare un tocco di bellezza con lavori di artisti e architetti contemporanei a questi luoghi di passaggio quotidiano al fine di portare l’arte nella vita di tutti i giorni delle persone.

Dopo la laurea in Cultura e Storia del Sistema Editoriale, mi sono specializzata in comunicazione digitale. Al momento lavoro nel settore del design per vari clienti, ma non mancano incursioni nel beauty, nel lifestyle e nei viaggi.