AZIENDE Mapei a Expo 2015

MAPEI PER IL MUSEO DELLA SCIENZA

Una mostra “per chi ha fame di innovazione” quella in corso al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. Si chiama  #FoodPeople e alla sua  realizzazione ha contribuito attivamente Mapei  in veste di partner tecnico, con il supporto di personale altamente qualificato e prodotti tecnici innovativi per la riqualificazione dei pavimenti in resina. La mostra è dedicata ai cambiamenti che hanno segnato il modo di mangiare e alla complessità del sistema alimentare, e si collega al tema di Expo 2015 rileggendolo in chiave di relazione, condivisione e tecnologia.

IL SEME DELL’ALTISSIMO DI EMILIO ISGRÒ

Mapei è partner tecnico di un  progetto destinato a diventare uno dei principali simboli di Expo 2015: “Il Seme dell’Altissimo” di Emilio Isgrò. Un’ opera ambiziosa, realizzata da Henraux SpA, che le sue radici in Sicilia, terra madre di Isgrò; è il cuore del frutto d’arancia e rappresenta l’origine della vita, la crescita e il nutrimento, interpretando così perfettamente il tema centrale di Expo 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. “Il Seme dell’Altissimo” è un maestoso seme d’arancia, ingrandito per 1,5 miliardi di volte rispetto alle dimensioni reali; una scultura alta  7 metri realizzata in marmo bianco Altissimo, estratto dalla cava di Serravezza, nelle Alpi Apuane (Lucca), che si trova all’entrata principale di Expo 2015. Mapei ha preso parte alla costruzione di questa straordinaria scultura, mettendo in campo le tecnologie più avanzate e la propria competenza per la realizzazione del ventaglio sul quale poggia e di altri importanti dettagli tecnici.

LA PIETÀ RONDANINI AL CASTELLO SFORZESCO

Grazie anche al contributo di Mapei, a partire dal 2 maggio, in occasione dell’inaugurazione del nuovo museo del Castello, la Pietà Rondanini sarà nuovamente visibile a tutti i milanesi e ai turisti. Dopo 60 anni nella Sala degli Scarlioni del Castello Sforzesco di Milano, l’opera postuma di Michelangelo realizzata nel XVI secolo, è stata spostata in una delle sale dell’ex Ospedale Spagnolo, sempre all’interno delle mura del Castello. La nuova dimora della Pietà, allestita da Michele De Lucchi, come tutto il restauro dell’Ospedale Spagnolo, ha previsto la realizzazione di un’avanzata pedana tecnologica in grado di sostenere l’opera proteggendola da qualsiasi tipo di vibrazione.
Mapei ha preso parte a questo importante progetto mettendo in campo, in occasione di Expo 2015,  la propria competenza e tecnologia per posare a pavimento il pregiato legno in rovere bistellato fornito da Margaritelli. mapei.it