Villa Arconati un incontro tra natura e architettura

Villa Arconati un museo a cielo aperto

A Castellazzo di Bollate, in provincia di Milano sorge Villa Arconati, un luogo incantato tra passato e presente. L’ideatore di questa meraviglia è il collezionista e artista Galeazzo Arconati.

Il giardino costituito da boschi e selve naturali tipiche delle campagne milanesi, da alberi e arbusti autoctoni, è un vero proprio museo a cielo aperto, grazie a costruzioni barocche che si inseriscono armoniosamente nella cornice naturalistica.

Tutta l’architettura di Villa Arconati è un omaggio al teatro e all’acqua, passeggiando tra i viali si possono infatti incontrare ingegnose fontane dai curiosi giochi d’acqua, forse prendendo ispirazione dagli studi di Leonardo da Vinci. Uno spazio organico dunque, dove cultura  e svago si incontrano, con vere e proprie costruzioni all’aria aperta formate da quinte, volte e da teatri di notevole bellezza come quelli di: Diana, delle Quattro Stagioni, di Andromeda e il labirinto.

Sistemi ingegnosi di cascatelle e giochi d’acqua, maestose scalinate come quella dei Draghi, opere di alta ingegneria idraulica come la Torre delle acque che sovrasta la limonaia, una Voliera per l’allevamento degli uccelli esotici di varie specie, sono solo alcuni degli elementi presenti all’interno del giardino di Villa Arconati, che ancora oggi rimane un luogo dedicato alla cultura, ospitando ogni estate il Festival musicale, con grandi artisti di fama internazionale.

 

Via

Fonte foto:

Villaarconati-far.it