Tanti buoni motivi per amare l’acqua

DI FRANCO PERFETTI

Si apre con l’immagine di una bella piscina questo numero, che preannuncia l’arrivo della bella stagione. Il tema dell’acqua, dolce elemento in cui ritemprarsi, si ritrova in molti servizi: andando a ritroso, c’è l’appuntamento con  Marco Bay dedicato proprio alle “regole auree” per una buona scelta, nel rispetto del paesaggio, della “vasca per nuotare”. Questa è rappresentata in molte delle sue forme e dei suoi colori nello Speciale Scegliere, dedicato alle piscine: dalle diverse strutture e geometrie, che si adattano a quelle del paesaggio, fino ai colori che sempre di più si ispirano a quelli della natura che sta intorno.
L’acqua, nella sua funzione estetica, è un tema caro anche a Luciano Giubbilei, il brillante paesaggista italiano che ha presentato quest’anno a maggio il suo progetto di giardino al prestigioso Chelsea Flower di Londra e ha vinto il premio “Best in show” con medaglia d’oro. Colori tenui, belle architetture in pietra in una cornice verde che rimandano al classico italiano e ai lavori del grande Carlo Scarpa.
Elegante ed essenziale la piscina che Benedikt Bolza, architetto e designer di grande talento e sensibilità, ha realizzato il Palazzo di Reschio, nella campagna umbra al confine con la Toscana. Materiali e colori si fondono armoniosamente con la natura circostante e ben riflettono il suo stile cosmopolita e contemporaneo: “Spesso uno straniero vede cose che gli altri non vedono”, racconta Benedikt.
”I lavori di ristrutturazione dovevano essere all’altezza del luogo, di grande qualità. Così le piscine sono riscaldate, gli arredi studiati, i fili della luce interrati, i lavori eseguiti da maestranze esperte. Solo in Italia si trovano artigiani così talentuosi, sono una vera forza per il Paese”. Bellissime e coinvolgenti le sue case, le soluzioni che adotta e gli arredi che crea.
Armonia e bellezza come quelle del “giardino delle rose” che Paolo Pejrone ha progettato per Alberto e Silvana Peyrani. Tra le altre bellezze, soprattutto botaniche, una essenziale ed elegante piscina che si inserisce felicemente nel bel paesaggio. Dalla vasca per nuotare si passa poi al mare della Liguria, con la villa ottocentesca che sembra volersi tuffare nel bel mare del Golfo Paradiso. Non c’è acqua ma del buon vino accompagnato da una storia blasonata, nel borgo di Fonterutoli, proprietà della famiglia Mazzei, nella Toscana più autentica, ricca di tradizione artigianale e vitivinicola, raccontata da Agnese Mazzei.