PIANTE GRASSE PER IL GIARDINO – MAMMILLARIA

Mammillaria - 1
Mammillaria

La Mammillaria è probabilmente il genere più noto delle Cactacee. Indica una pianta grassa, con centinaia di varietà, originaria del Centro America e, in particolare, del Messico.

Come ogni pianta grassa, la Mammillaria è in grado di immagazzinare, nel fusto carnoso, considerevoli quantità d’acqua  – senza disperderla, per via delle foglie fattesi spine … una riserva preziosa per i periodi siccitosi.

In realtà, anziché “grassa“, andrebbe definita pianta succulenta, perchè i suoi tessuti conservano l’idratazione in forma di linfa, altrimenti detta succo.

La Mammillaria è particolarmente apprezzata per le fioriture e la capacità d’adattattamento, abituata, com’è, a sopportare le condizioni estreme delle zone desertiche: un sole rovente di giorno e la morsa del gelo di notte.

Caratteristiche

La Mammillaria è una pianta che fiorisce sin da giovane e produce fiori, di dimensioni variabili, sui toni più accesi del fucsia, del giallo  e del rosa – più raramente bianco o verde. A distanza di tempo, i fiori vengono seguiti da frutti di colore rosso.

Ogni pianta fiorisce, in media, circa 2 volte all’anno – in primavera e in estate – con risultati estetici esaltati in carenza d’acqua durante l’inverno. I fiori nascono da cuscinetti pelosi, formatisi sul corpo verde e nella parte più giovane, quella apicale.

Varietà

Abbiamo già scritto che la Mammillaria si declina in diverse varietà; ne elenchiamo alcune, scelte per il valore ornamentale.

La Mammillaria Longiflora, probabilmente, la più diffusa nel nostro paese, ha una forma arrotondata e splendidi fiori rosa; la Mammillaria Zeilmanniana si produce in fioriture dal colore intenso e ha spine bianche e nere; la Mammillaria Carretii genera fiori di color bianco giallo e frutti verdi, dall’aspetto di bacche.

La Mammillaria Schiedeana ha spine morbide, piccoli fiori bianchi e frutti rosso cremisi; la Mammillaria Bocasana è incoronata, in sommità, da magnifici fiori estivi; la Mammillaria Albicans regala fiori candidi a forma di stella.

Collocazione e cure

La Mammillaria ha bisogno di una buona esposizione al sole, in aria fresca, accompagnata da una leggera ventilazione.

Sopporta bene le basse temperature (anche prossime allo zero), ma la sua temperatura ideale si colloca tra i 20 e i 25 °C e non dovrebbe abbassarsi sotto i 6 °C.

Il suo habitat migliore è un terreno ben drenato, arricchito da un po’ di calcare e addizionato di sabbia e di ghiaia. Se viene interrata in un vaso, è meglio utilizzare i contenitori di coccio.

In primavera e in estate, le annaffiature devono essere più frequenti (settimanali),  perché ogni pianta succulenta ha una fase vegetativa, prodromo di fioritura. Occorre, però, impedire ogni ristagno di liquido, per non far marcire le radici.

Durante le stagioni più fredde, l’apporto d’acqua deve assumere una cadenza mensile.

La Mammillaria cresce rapidamente, ma il suo sviluppo può essere coadiuvato da una concimazione primaverile, con componenti di azoto, fosforo e potassio.

Le immagini della cover e della galleria sono state tratte dalla piattaforma free Pixabay.