Piante d’autunno: cavolo ornamentale

Il cavolo ornamentale
Il cavolo ornamentale

Il cavolo ornamentale, trionfo di bellezza

L’autunno tinge di nuovi colori il tuo balcone, ma sai che alcune piante come il cavolo ornamentale trovano la loro dimensione proprio in questa stagione?

Si, hai letto bene: esiste una varietà di cavolo che non finisce nelle zuppe, ma è in grado di rendere ancora più bello il tuo spazio verde. Si tratta di un’ibridazione della classica Brassica oleracea e appartiene alla famiglia delle Cruciferae.

Cavolo ornamentale: istruzioni per l’uso

La loro fioritura inizia proprio con l’arrivo dei primi freddi autunnali, anzi: non temono le escursioni termiche. Per questo motivo è la pianta perfetta per chi non ha propriamente il pollice verde. Vanno infatti semplicemente coltivati in vaso, dove sprigionano tutto il loro foliage vivace, dal rosa al porpora passando per l’arancio vivido e l’immancabile viola.

Tra gli accorgimenti da adottare c’è il mantenimento del terreno sempre umido, ma mai bagnato: l’importante è che sia universale mescolato a un po’ di stallatico. E se vuoi evitare ristagni indecenti, che portano alla morte della pianta, stendi uno strato di argilla espansa sul fondo del tuo vaso. Inoltre, quando le giornate si fanno particolarmente fredde disponilo a mezz’ombra o ancora meglio al sole – in questo caso l’innaffiatura dev’essere quotidiana.

Perché coltivarlo?

In generale l’acquisto di questa pianta è strategico, perché ha nuova vita ad ogni stagione. Quando ad esempio la primavera comincerà a scaldare le giornate, i cavoli ornamentali fioriranno. Il cespo si rialzerà per formare una piramide e la pianta comincerà a produrre dei graziosi fiorellini gialli e rosa a mazzetti.

Dì la verità: adesso ne vuoi uno anche tu!

A volte maelström, a volte quieta sognatrice. Lettrice da una vita, lavoro nel mondo della musica ma sogno quello dell’editoria. Ognuno coi suoi tarli.