A scuola di ebanisteria con Carl Hansen & Son

Una fase della lavorazione della sedia CH 24 di Hans J. Wegner, Carl Hansen & Son

Il ritorno a un antico e nobile mestiere per formare i maestri artigiani del futuro. E’ questa la filosofia che ispira la scuola per ebanisti di Carl Hansen & Son, storico produttore di mobili danese. Un’azienda che non ha bisogno di troppe presentazioni, perchè con le sue creazioni, firmate da grandi progettisti è entrata di diritto nella storia del design.
Prodotti icona, che si possono ammirare nei Musei di tutto il mondo, oltre che naturalmente nelle case degli amanti del design scandinavo e nord-europeo. Tra i più noti, le molte sedie delle collezioni CH, disegnate da Hans J. Wegner (tra cui la celeberrima CH 24), oltre alla KK96620 di Kaare Klint, BM0949P Countour Chair  e BM5568 di Børge Mogensen, PK1 di Poul Kjærholm e molto altro ancora.  

Sedie CH 30 di Hans J. Wegne

Arredi essenziali, ma dalle forme ricercate, realizzati coniugando tradizione artigianale e nuove tecnologie. Tutto iniziò nel 1908, quando l’ebanista danese Carl Hansen decise di aprire un piccolo negozio di mobili nell’isola danese di Funen. Da allora il successo dell’azienda è stato fondato su due aspetti chiave: l’impegno assoluto per l’artigianato di prima qualità e la collaborazione con designer d’eccezione, chiamati a reinterpretare e perfezionare costantemente il concetto di design moderno.

Sedia KK96620 di Kaare Klint

Da Carl Hansen & Son siamo convinti che il design sia una combinazione di semplicità, estetica e funzionalità, che prende vita grazie a una sapiente lavorazione di materiali di prima qualità”, spiega Knud Erik Hansen, amministratore delegato.

Knud Erik Hansen, CEO Carl Hansen & Son