Changes 09 – gli specchi dalle superfici variabili

Changes 09 è un sistema di specchi variabili, concavi e piani, disegnato, nel 2009, da Patricia Urquiola per Gallotti & Radice.

Gli elementi sono posizionabili secondo una direzione orizzontale, verticale o in una composizione delle due, per accompagnare diverse soluzioni d’arredo.

Risultano eleganti e suggestivi, per i piacevoli contrasti tra superfici piane e curve. Il nome del prodotto suggerisce proprio questo: una dinamica visual non banale, che spinge lo sguardo alla ricerca del dettaglio.

Gli specchi sono inclusi in cornici di legno laccato bianco, dallo spessore variabile fino a 10 centimetri. Le finiture dei cristalli, invece, sono disponibili a specchio e specchio extralight.

Il volume del sistema si sviluppa – nei moduli concavi – con un ingombro di 12,5 centimetri x 10 per un’altezza di 170 o di 25 centimetri x 10 x un’altezza di 170.

Il modulo convesso ha un volume di 50 centimetri x 5 x un’altezza di 170.

La designer

Patricia Urquiola è nata a Oviedo – in Spagna – e si è formata nei Politecnici di Milano e Madrid. Oggi, vive e opera nel capoluogo lombardo, dove è stata allieva di Achille Castiglioni.

Dopo alcune collaborazioni prestigiose – con Vico Magistretti e Lissoni Associati – ha fondato il suo studio, che opera nei settori dell’architettura e del design.

Ha lavorato per brand importanti, come: Agape, Alessi, B&B Italia, BMW, Bosa, Cassina, De Padova, Driade, Ferragamo, Glas Italia, Kartell, Kvadrat, Molteni&C, Panasonic, Paola Lenti e, naturalmente, Gallotti & Radice.

Firma riconosciuta nel settore dell’interior design, ha un approccio “empatico” ai progetti, che le è valso premi importanti, come: la Medaglia d’oro delle Belle arti spagnola, il Designer of the year di Architektur und Wohnen Magazine e l’EDIDA Elle Deco International Design Awards.

Alcuni suoi pezzi sono entrati a far parte delle collezioni del MoMA – il Museum of Modern Art di New York.

L’azienda

Gallotti&Radice, fondata, nel 1955, in Brianza, da Pierangelo Gallotti e Luigi Radice, è nata col format di spazio artistico per la decorazione del vetro, come da tradizione artigianale.

Operando nel settore dell’interior design, ha sviluppato skill multidisciplinari e conoscenza di materiali diversi, accostando vetro e cristallo a legno e metallo.

Queste scelte tecniche non l’hanno allontanata dall’imprinting originale: il design del cristallo, una sostanza di natura “poetica”, trattata con cura e rispetto.

L’azienda si è sviluppata per conduzione familiare e ha raggiunto dimensioni internazionali, proponendosi come nuovo riferimento del made in Italy.

Ha attivato sinergie con firme prestigiose, come: Monica Armani, Pinuccio Borgonovo, Oscar e Gabriele Buratti, Massimo Castagna, Carlo Colombo, Roberto Lazzeroni, Andreas Weber e Patricia Urquiola.

Per i credits, le immagini della galleria sono tratte dal sito web di Gallotti&Radice; vi consigliamo di visitarlo per nuove suggestioni e approfondimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here