Una riserva naturale in divenire: Piramidi di Zone

Piramidi di Zone

Piramidi di Zone, un raro esempio di natura in movimento

In provincia di Brescia c’è una forza della natura: è la riserva naturale Piramidi di Zone, più facilmente nota come “camini delle fate”.

Si tratta di una zona naturale particolarmente esposta alla forza erosiva dell’acqua: il risultato è una stupefacente scenografia immersiva in cui è possibile passeggiare a bocca aperta.

L’acqua, potente strumento di erosione

Quello che accade a Zone è uno dei fenomeni più spettacolari della Val Camonica: l’azione corrosiva dell’acido carbonico, prodotto dalla reazione chimica dell’anidride carbonica contenuta nelle acque meteoriche a contatto con il detrito, permette la realizzazione di questa architettura straordinaria.

Per ovvie ragioni queste strutture non sono tutte uguali: la più grande è alta circa 30 metri e ha un diametro alla base di 8 metri. Oltre alle imponenti dimensioni, l’aspetto più caratteristico è il caleidoscopio di colori: dal violaceo al veradastro, dal rossiccio al giallognolo: un tripudio di bellezza in costante evoluzione.

Non a caso le Piramidi sono spesso definite il Gran Canyon italiano: per la potenza con cui raccontano l’imponenza della natura al cospetto dell’uomo.

Piramidi: quando visitarle?

Un fenomeno geomorfologico di tale bellezza è praticamente irresistibile: questa è la stagione giusta per apprezzarlo dal vivo. E se non ti basta, sappi che i borghetti vicini – Zone e Cislano in particolare – valgono la pena di una visita approfondita.

Cosa aspetti? Le fate ti aspettano!

Produzione riservata
Pubblicato il: 30/06/2017
Commenti
Abbonati o Regala
Scopri di più