One on One: l’essenza della semplicità

È stata finalmente svelata One on One, la nuova collezione di Naoto Fukasawa per Bottega Ghianda. Il design giapponese sposa l’ebanisteria italiana nel nuovo progetto che mescola alla tradizione artigianale una buona dose di sperimentazione.

Di chiara ispirazione minimalista, Fukasawa ha spesso dato vita a prodotti interpretati come esempio massimo di semplicità stilistica, pur rimanendo in linea con il gusto contemporaneo.

Una collaborazione sensazionale

La lecchese Bottega Ghianda, dal 2015 sotto la direzione artistica di Michele De Lucchi, da due secoli è il punto di riferimento della lavorazione del legno più pregiato. Ed è attraverso collaborazioni con designer di fama internazionale che riesce a esprimere la sua vera essenza.

E il feeling con Fukasawa è evidente. La sua straordinaria capacità espressiva è infatti riuscita, nella sua versatilità (l’uomo lavora tra il mondo del design, della tecnologia e dell’elettronica), a stupire l’azienda.

All’apparenza semplice, ma…

In apparenza, infatti, la proposta sembra semplice da realizzare, ma nasconde insidie impreviste. Dal coffee table alle sedie, il segno distintivo è l’uso di listelli di legno a sezione quadrata – dalla dimensione di 30x30mm – che risolvono con espressività la dimensione strutturale. Ed è quasi tutto qua: semplici listelli dalla forma di mobili. Senonché l’esecuzione tecnica risulti parecchio complessa: solo gli ebanisti di Bottega Ghianda potevano raccogliere la sfida, ed effettivamente vincerla.

Il risultato è un oggetto di design solido ma etereo, espressione di un gioco di prospettive dal concept raffinato. L’insegnamento è presto rivelata: dietro alla semplicità si cela un grande lavoro di complessità.

Con One on One la poesia del legno incontra perciò la bellezza del sublime: la partita Italia-Giappone è vinta ad armi pari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here