ICONE DESIGN ITALIA: SILVER DI MAGISTRETTI

Silver - Magistretti per De Padova - 1
Silver

La sedia Silver è una delle creazioni del famoso designer Vico Magistretti – in questo caso per De Padova – che la produce, ormai, da più di un quarto di secolo.

Nel 1989, partendo da una suggestione di Maddalena De Padova, Magistretti, s’ispira alla morfologia dell’811 di Marcel Breuer per Thonet (1925) e concepisce una sedia comoda e resistente, in materiali leggeri e performanti – polipropilene e alluminio.

La struttura a fori quadrati della seduta e dello schienale gli sono stati suggeriti da un viaggio in Giappone, a Tokio, dove, visitando il mercato, il designer è rimasto colpito dalla trama di alcuni cestini per le uova.

Caratteristiche

Silver si sviluppa, con eleganza, nell’alveo di una grande semplicità formale ed è una sedia adatta ad ambienti diversi, come la casa e il lavoro, anticipando, in questo modo, la progressiva convergenza che ha sempre più avvicinato e miscelato i 2 spazi nel tempo.

Citando Magistretti: “… Nella mia vita avrò fatto cinquanta sedie circa, di queste ne restano forse dieci, ma se non le avessi fatte tutte cinquanta non avrei fatto neanche quelle dieciSilver sicuramente fa parte delle dieci …”.

Nel 2015, in occasione del Salone del Mobile e in coincidenza con il 25° anniversario di Silver, la De Padova ha realizzato un’edizione straordinaria della sedia, tutta in alluminio e brillante, pur nella sua forma originale.

Le versioni

Silver non è mai uscita di produzione e viene proposta con o senza i braccioli, girevole e appoggiata su ruote, impilabile e persino in modalità multipla, con una barra che collega le sedute.

Esiste anche in versione outdoor, per la veranda o per il giardino, forte di un particolare trattamento che ne protegge la superficie dagli agenti atmosferici.

Vico Magistretti

Ludovico (Vico) Magistretti nasce a Milano nel 1920. Spostatosi in Svizzera nel 1943, per sfuggire alla deportazione in Germania, frequenta i corsi dello Champ Universitaire Italien di Losanna.

Rientrato a Milano nel 1945, consegue la laurea in Architettura al Politecnico e, dopo alcuni anni di proficua attività, nel 1956 è parte del gruppo dei fondatori dell’ADIAssociazione per il Disegno Industriale.

A partire dagli anni ’70, il design diventa un percorso professionale portante per Magistretti, che, nel tempo, diviene una delle figure cardine del Made in Italy.

Inizia a insegnare al Royal College of Art di Londra, di cui diventa membro onorario, a metà degli anni ’80, periodo in cui consegue anche la medaglia d’oro dal SIAD Society of Industrial Artists and Designers.

Sono solo cenni al lungo, straordinario percorso professionale di Magistretti, che, nel 1994, riceve, in omaggio alla carriera, il famoso Compasso d’Oro, già conseguito in precedenza, per le sue creazioni.

L’azienda

Negli anni ’50, Fernando e Maddalena De Padova danno il via a un’attività imprenditoriale d’importazione e commercializzazione di mobili scandinavi. Tutto parte da uno showroom, in via Montenapoleone, a Milano.

Al decesso di Fernando, Maddalena De Padova si occupa in prima persona dell’azienda familiare; siamo negli anni ’70 e parte la collaborazione con Vico Magistretti.

Intanto, altri grandi designer, come Achille Castiglioni e Dieter Rams iniziano a lavorare con la De Padova.

A cavallo tra gli anni ’90 e i 2000, inizia la collaborazione con Renzo Piano, per l’arredo della caffetteria del Centre Pompidou di Parigi e di altri importanti spazi pubblici e privati.

Arriva il momento in cui anche Maddalena De Padova riceve il Compasso d’Oro alla carriera e le nuove generazioni della famiglia entrano a far parte della narrazione Made in Italy nel mondo.

Per i credits, le immagini della cover e della galleria sono tratte dal sito internet di De Padova, che vi consigliamo di visitare per approfondimenti.

Produzione riservata
Commenti
Abbonati o Regala
Scopri di più