I giardini delle ville: Villa Poggio Torselli

Villa Poggio Torselli

Villa Poggio Torselli

A Casciano Val di Pesa si nasconde una delizia: Villa Poggio Torselli, nei dintorni di Firenze, è un trionfo di eleganza.

Fu infatti denominata “Regina delle ville” fin dal 1427: la sua storia è vasta e racconta un’ospitalità degna di nota. Tra le casate che ne furono proprietarie, infatti, si annoverano i Machiavelli, gli Strozzi, gli Antinori e i Capponi. Gli Orlandini la tennero fino al 1722.

Una residenza… illustre

E c’è di più: il suo prestigio era noto negli ambienti di un certo tenero, e infatti vi soggiornarono celebrità illustri. Tra tutti si segnala Papa Pio VII, che fece tappa qui nel viaggio verso Parigi per incoronare imperatore Napoleone. Era il 1804 e la villa era nel pieno del suo splendore: attualmente è, infatti, monumento nazionale.

Tra gli elementi architettonici si segnalano gli affreschi dei soffitti delle due sale attigue al Salone centrale del piano terra. Sono un tripudio di colori vividi e di prospettive all’avanguardia, realizzati da Pier Dandini e Matteo Bonechi alla fine del XVII secolo.

La pregevole fattura del giardino

Anche il giardino all’italiana è di pregevole fattura: nato su disegno d’impronta settecentesca, raccoglie fiori di ogni tipo, dai giacinti alle rose, dai tulipani ai narcisi. Ed emerge la fritillaria, nota anche come “corona imperiale”: un’apoteosi di fiori campanulati di colore arancio, con penduli ad ombrella che giacciono nella parte terminale del caule.

Di grande attrattiva è anche la limonaia, che vanta ben 120 alberi secolari: il luogo adatto per passeggiate romantiche, anche in inverno. Qui infatti c’è una splendida collezione di agrumi in vaso conservata in una serra di rinomato valore, che vale la pena osservare almeno una volta nella vita.

Cosa aspetti? Villa Poggio Torselli e la sua storia ti aspettano per una visita ricca di pathos!

Produzione riservata
Pubblicato il: 13/10/2017
Commenti
Abbonati o Regala
Scopri di più