L’Architettura della Vita di Cesare Leonardi in mostra

Cesare Leonardi

Cesare Leonardi svelato alla mostra modenese

Se passi da Modena non puoi perderti Cesare Leonardi. L’Architettura della Vita, una mostra ospitata al Palazzo Santa Margherita e negli spazi della Palazzina dei Giardini.

Aperta nell’ambito del FestivalFilosofia 2017, questa mostra si presenta come una retrospettiva monografica del poliedrico Cesare Leonardi, una figura essenziale nel mondo dell’architettura contemporanea. E non solo: il suo approccio artistico ha permesso lo sviluppo di un percorso tra urbanistica, design, scultura, fotografia e pittura.

A cura di Andrea Cavani e Giulio Orsini, la mostra si presenta come un’immersione pura nella produzione del Leonardi. Al pubblico è infatti mostrata una selezione del patrimonio delle opere custodite dall’Archivio omonimo. E a conclusione del percorso c’è un video-documentario sull’opera di Leonardi realizzato da Panottica.

L’opera di Cesare Leonardi: tra eclettismo e rispetto per la natura

Per questo motivo la mostra non è intesa come semplice esposizione di architettura, bensì di progettualità.

A distinguere Cesare Leonardi dagli altri colleghi è sempre stato l’amore per gli accostamenti arditi e la predisposizione ad attingere a materie culturali diverse. Un carattere interdisciplinare che sfocia in un eclettismo ragionato e appassionato ha portato ad esempio alla creazione delle celebro Poltrona Nastro, il Dondolo, la Poltrona Guscio. Si tratta di opere ora esposte nei più importanti musei del mondo: dal MOMA di New York al Victoria and Albert Museum di Londra.

Imperdibile è poi la riflessione sulla progettazione del verde scaturita in L’architettura degli Alberi: una proposta per il Parco della Resistenza di Modena che è stata elaborata dopo uno studio di oltre 300 specie arboree.

Un catalogo tutto da scoprire

Ad accompagnare la mostra c’è il catalogo Cesare Leonardi. L’Architettura della Vita, a cura di Lazy Dog Press. Presenta testi dei curatori Orsini e Cavani, oltre a Daniele De Luigi, Paola Viganò, Giancarlo Martinelli e molti altri. Disegnato da Bunker, il catalogo presenta infine anche un reportage fotografico a cura di Joseph Nemeth.

Cosa aspetti? La mostra è la prima retrospettiva su questo artista a tutto tondo, hai tempo fino al 4 febbraio per conoscerlo.

Produzione riservata
Pubblicato il: 14/11/2017
Commenti
Abbonati o Regala
Scopri di più